Excite

World War Z: Marc Forster e Brad Pitt garantiscono tensione e adrenalina, la recensione

  • Facebook Ufficiale

Di Fabio Pagano

Se la saga di “Twilight” e la serie “True Blood” hanno riportato in auge i vampiri, il fumetto e la conseguente serie tv “The Walking Dead” hanno resuscitato i cari vecchi zombie. Max Brooks ha scritto, nel 2006, “La guerra mondiale degli zombie” che ha ottenuto un bel successo di vendite. Con l’esplosione della zombie mania è arrivata anche la versione cinematografica.

World War Z” di Marc Forster, con Brad Pitt, è attualmente nelle sale cinematografiche italiane. Anche in questo caso gli zombie più che una minaccia sono una conseguenza degli atti dell’uomo, lo si capisce fin dai titoli di testa. La conferma arriva nel corso delle indagini di Gerry Lane, interpretato da Brad Pitt, che si sente rispondere, “Nessuno sa come è cominciato, lascia perdere il paziente zero, non lo troverai mai”.

Guarda le foto di Brad Pitt

Quello che rende il film minaccioso e ad alta tensione è la velocità, il senso di fretta ed oppressione che si respira dalla prima all’ultima inquadratura. Questa razza di zombie è rapidissima, è un anticorpo che mette insieme migliaia, milioni di componenti per raggiungere il suo unico obiettivo: propagarsi e porre fine alla vita umana. La Terra è malata e cerca di curarsi eliminando la malattia.

La parte migliore del film è quella che riguarda lo stato di Israele che grazie ai suoi servizi segreti anticipa l’epidemia e riesce apparentemente a mettersi in salvo con grandissimo cinismo. Un cinismo che ha una falla decisiva e decisamente ironica.

“World War Z” è un film che mette in evidenza le parti negative della società umana che anche di fronte all’apocalisse non lascia spazio alla pietà. Lo stesso eroe, Gerry Lane, combatte solo perché costretto e perché vuole tornare dalla sua famiglia. Un amore più forte di quello per il genere umano. “World War Z” non è un capolavoro, ma è un film che punta tutto sul ritmo e riesce a mantenere alta la tensione e tiene lo spettatore incollato alla sedia a dispetto di una trama fin troppo lineare e poco approfondita. Insomma se volete saperne di più, vi conviene leggere il libro, se cercate un paio d’ore di adrenalina, buona regia e bravi attori allora correte al cinema.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017