Excite

Venezia, Leone d'oro per "Lebanon"

"Un lavoro incredibile: sul vincitore non c'è stata discussione" ha dichiarato Ang Lee, presidente della giuria al Festival di Venezia, che ieri sera ha premiato con il Leone d'oro l'israeliano Samuel Maoz e il suo "Lebanon", dramma autobiografico sull'esperienza della guerra.

"Questo film autobiografico - ha dichiarato Moaz, come riporta Repubblica - per me rappresentava la necessità di far vedere il mondo così com'è: nudo e crudo, senza cliché. Ed è anche un modo per perdonare me stesso di quello che ho fatto in prima persona, in Libano, come soldato. Ma per riuscirci, ho cercato di parlare al cuore della gente, non alla ragione politica".

Il Leone d'argento come miglior regia è andato a "Women Without Men" dell'iraniana Shirin Neshat: "Grazie, popolo dell'Iran, per il coraggio, le donne soprattutto" ha detto commossa. "Il messaggio simbolico di questa mia pellicola - ha concluso -è che noi dobbiamo lottare, dobbiamo crescere". Il Premio speciale della giuria se l'è aggiudicato la fresca commedia "Soul Kitchen", diretto dal regista di origine turca Fatih Akin. "Engkwentro" del filippino Pepe Diokno si è aggiudicato il premio nella sezione Orizzonti.

Gli attori dalle migliori interpretazioni quest'anno sono l'inglese Colin Firth e la russa Ksenia Rappoport: il primo ha ricevuto la Coppa Volpi come migliore interpretazione maschile in "A single man" di Tom Ford, nel quale è un professore omosessuale: "Ford mi ha ispirato, - ha spiegato - ha lasciato che a farmi entrare nel personaggio fossero gli ambienti. Per me quest'opera è stato un viaggio molto personale, e rischioso: senza nessuna garanzia. Non di quelle cose che si fanno per i soldi: spero che il premio aiuti la pellicola".

La Rappoport ha vinto il medesimo premio come miglior interprete femminile nel noir italiano "La doppia ora", dell'esordiente Giuseppe Capotondi: "La sua è una interpretazione fantastica - ha commentato Ang Lee - anche questa è stata una decisione facile". Infine il premio Mastroianni come come migliore "promessa" è stato assegnato a Jasmine Trinca, protagonista nel film di Michele Placido "Il grande sogno".

Guarda le foto delle varie premiazioni

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017