Excite

Venezia 69: a Pietà di Kim Ki-Duk il Leone d'oro

  • Infophoto

E' Pietà di Kim Ki-Duk il vincitore della 69esima edizione della Mostra d’Arte cinematografica di Venezia, la seconda diretta da Alberto Barbera. L'intensa e straziante opera dell'autore coreano si era già aggiudicata il Mouse d'oro, il premio assegnato dalla critica del web. La crudele e impressionante parabola tragica di un uomo che ha perso ogni parvenza di umanità dopo essere stato abbandonato dalla madre aveva fatto subito gridare al capolavoro e non sorprende quindi che la giuria guidata da Michael Mann abbia scelto l'opera tanto apprezzata per rappresentare il cinema internazionale al festival. Il regista ha ritirato il meritato premio insieme all'attrice protagonista del film, Jung-jin Lee, e ha ringraziato il festival, il pubblico e la giuria, alla quale ha cantato un brano commovente in segno di gratitudine, seguito da diversi e sentiti applausi.

Guarda il trailer di Pietà

Si è tenuta in serata la cerimonia di chiusura della kermesse lagunare, che nel 2012 ha avuto come madrina l'attrice Kasia Smutniak. La giuria ha selezionato 18 film "diversi, interessanti, bei film che hanno proposto nuove forme cinematografiche", ma ha deciso di assegnare un solo premio ad ogni film. Emozione per Daniele Ciprì, che ha dedicato il premio tecnico a suo fratello e al direttore della fotografia Marco Onorato, entrambi scomparsi recentemente. Assente previsto Joaquin Phoenix, che divide con il collega Philip Seymour Hoffman la Colpa Volpi per la performance inThe Master, film che è valso al regista americano Paul Thomas Anderson anche il Leone d'argento, consegnato da Laetitia Casta con un'eclatante gaffe (la modella ha confuso il premio con quello speciale).

Il Leone d'oro alla carriera, attribuito quest'anno a Francesco Rosi, era già stato consegnato al maestro italiano nei primi giorni dal regista Giuseppe Tornatore.

Consegnato da Isabella Ferrari il premio Leone del futuro istituito da Luigi De Laurentiis all’opera prima Mold di Ali Aydin, che ha ricevuto dalle mani di Luca e Paolo un assegno di 100mila euro. Tra i giovani ha vinto il premio come Miglior attore esordiente Fabrizio Falco per la sua interpretazione in E' stato il figlio e in Bella addormentata. Giovanissima anche la vincitrice della Coppa Volpi, l'attrice del film israeliano Fill the Void, Hadas Yaron.

La lista di tutti i premi

Premio Orizzonti al Miglior Cortometraggio: Cho-De (Invitation) di Min-young Yoo

Premio Speciale di Orizzonti: Tango Libre di Frédéric Fonteyne

Premio Orizzonti per il Miglior Film: San Zi Mei (Three Sisters) di Wang Bing

Premio Leone del futuro: Mold di Ali Aydin

Miglior contributo tecnico: Daniele Ciprì per E' stato il figlio

Miglior Sceneggiatura: Après mai di Olivier Assayas

Premio Marcello Mastroianni: Fabrizio Falco per E' stato il figlio e Bella addormentata

Coppa Volpi per la Miglior interpretazione femminile: Hadas Yaron per Fill the Void

Coppa Volpi per la Miglior interpretazione maschile: Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman per The Master

Leone d'Argento per la Miglior Regia: Paul Thomas Anderson per The Master

Premio Speciale della Giuria: Paradise Faith di Ulrich Seidl

Leone d'oro: Pietà di Kim Ki-Duk

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017