Excite

"Tutti al mare", l'Italia di oggi allo sbando

Dal titolo potrebbe sembrare la solita commedia genere cinepanettone: poi, scorrendo i nomi del cast di 'Tutti al mare', ci si accorge che non è così. La pellicola, al cinema da venerdì, mostra una panoramica sulla problematica Italia di oggi, e sugli italiani.

'In Italia si fa spesso confusione tra farsa e commedia, certe pellicole gastronomiche di cui tanto si parla appartengono in realtà alla prima categoria'. Parola di Gigi Proietti, uno dei tanti nomi diretti da Matteo Cerami. Il film è stato accostato a 'Casotto' di Sergio Citti, interamente ambientato in una cabina collettiva su una spiaggia libera di Ostia, la cui sceneggiatura fu scritta da Vincenzo Cerami, padre di Matteo. I conti tornano.

'In comune con quello sguardo credo di avere solo la pietas nei confronti dei personaggi, la voglia di amarli' ha spiegato il regista in conferenza. 'Per il resto il mio film è un’osservazione antropologica di pesci che nuotano in una vasca credendo di stare in alto mare, volevo che venissero fuori tematiche di oggi, la paura del futuro. Lì regnava la claustrofobia, qui l'agorafobia'.

La storia si svolge nel corso di 24 ore: il proprietario di un chiosco, alias Marco Giallini, deve confrontarsi con l'opprimente madre Ilaria Occhini e il cognato Proietti che sta perdendo la memoria. Intanto sul lido troviamo Ennio Fantastichini che pensa al suicidio e l'omosessuale Ambra Angiolini, infelice percè la compagna aspetta un bambino. Tra gli altri nomi, Valerio Mastrandrea, Libero De Rienzo, Anna Bonaiuto, e perfino Pippo Baudo in piccolo cameo.

 (foto©La Presse

Guarda il trailer di 'Tutti al mare'

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019