Excite

"Tulpan", l'amore di un giovane kazako

Esce oggi in Italia "Tulpan - La ragazza che non c'è", il film del kazako Sergej Dvorcevoj, vincitore nella sezione "Un certain regard" al Festival di Cannes 2008.

Il regista si è fatto le ossa con i documentari, e il suo amore per il "vero" si percepisce anche nella storia di Asa, un giovane che ha appena terminato il servizio militare e torna nelle steppe del Kazakistan, dove aspira a condurre una vita da nomade. Ma per ottenere un proprio gregge deve necessariamente sposarsi: così cerca di convincere Tulpan, figlia dei pastori che abitano nelle vicinanze, a diventare sua moglie; la ragazza però, della quale nè il protagonista nè il pubblico vedranno mai il volto, non aspira affatto al matrimonio ma vorrebbe addirittura trasferirsi in città.

La vita di Asa scorre tra le insistenti proposte di matrimonio a Tulpan e la convivenza con la sorella e il severo cognato, il quale non fa altro impartire ordini al giovane ex militare. Ma nonostante i progetti di Asa non vadano in porto dal punto di vista sentimentale, il giovane non rinnega le proprie origini, e resterà immerso nelle sterminate lande del suo paese a guardia del suo gregge.

La morale del film, che si inserisce nel dibattito fra passato e futuro, tradizione e modernità, va controcorrente: se Tulpan si lascia ammaliare dal richiamo della città e da un futuro diverso, il giovane Asa sceglie la propria terra piena di insidie, solitidune ma pur sempre "sua".

Guarda il trailer di "Tulpan-La ragazza che non c'è"
Powered by Filmtrailer.com

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017