Excite

Tre Babbi Natale 'politicamente scorretti': Aldo, Giovanni e Giacomo

Il nuovo film di Natale di Aldo, Giovanni e Giacomo, 'La banda dei Babbi Natale', presentato questa mattina a Roma, è stato accolto con favore e simpatia dalla platea di giornalisti presenti alla conferenza stampa (inclusi noi della redazione di Excite), ma in tempi come quelli attuali, in cui ogni minima manifestazione che possa apparire 'politicamente scorretta' suscita polemiche nei gruppi di categoria che si sentono colpiti nel vivo, ci si chiede se anche una comicità assolutamente bonaria e priva di aggressività come quella del celebre trio possa provocare simili reazioni.

Le foto più belle del film di Aldo, Giovanni e Giacomo, 'La banda dei Babbi Natale'

La recensione del film di Aldo, Giovanni e Giacomo, 'La banda dei Babbi Natale'

Alcune forzature innegabilmente e squisitamente comiche, come l'uso del termine 'terrone' riferito al buon Aldo Baglio, o diverse scene in cui il veterinario di dubbie capacità, Giovanni Storti, fa tutto tranne che prendersi cura dei malcapitati animali che gli finiscono a tiro, potrebbero infatti suscitare il malcontento dei relativi gruppi di riferimento, in particolare, nel secondo caso, delle associazioni a difesa degli animali. Ma ecco come rispondono i diretti interessati.

'Io odio gli animali, non li sopporto e cerco tutte le occasioni per poterli torturare. Quindi anche quest’anno ho potuto sfogare i miei istinti, il cane lanciato alla fine era vero. Ne ho dovuti lanciare 14 perché la scena funzionasse.' dichiara Giovanni Storti, suscitando l'ilarità della platea immediatamente consapevole dell'ironia di questa affermazione. 'Non s’è visto ma anche lo scimpanzé ha fatto una brutta fine, guidava veramente lui, mi ha sbandato, anzi guidava di m... Perché ovviamente uno scimpanzé non può guidar bene... non peggio di Aldo, insomma, ma poi ha anche vomitato perché leggeva in macchina e ho dovuto buttare via quella stupenda volvo rossa’.

Alla più diretta domanda con cui si chiede al trio se tema effettivamente delle reazioni per queste scene, Giovanni risponde poi in maniera più seria: 'Io penso sempre che in questi casi le reazioni vengano solo dagli sciocchi, perché tutti quanti amiamo gli animali, ce li abbiamo in casa, sono veramente quasi dei cartoni animati. Quindi aspettiamo che qualche sciocco dica qualcosa. Anche l’Unione bambini piccoli quando spezzai un braccio al bambino si lamentò....' per poi concludere sempre con la sua solita simpatia: 'Ma... cosa vuoi che ti dica? La vita è così, è dura.'

Anche Aldo e Giacomo si associano alle dichiarazioni di Giovanni, in particolare il secondo ricorda una vicenda simile che interessò uno dei più grandi successi cinematografici dei tre comici. ‘L’Unione Camerieri, quando in ‘Tre Uomini e una Gamba’ sparai a un cameriere per non dargli la mancia, si incavolò' aggiunge Giacomo Poretti, sottolineando, quindi, come in ogni film si possa trovare una 'parte lesa', se proprio si ha la voglia di andare a polemizzare e prendere nel verso sbagliato delle gag simpaticissime, assolutamente innocenti ed evidentemente prive della benchè minima cattiveria.

 (foto © Ufficio Stampa Film - Kinorama sas)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017