Excite

Torino Film Festival 2012: trionfa Shell

  • Area press festival

A Torino trionfa il Regno Unito. È “Shell” infatti dell’esordiente britannico Scott Graham il Miglior Film di questa trentesima edizione del Festival di Torino; la scelta della giuria presieduta da Paolo Sorrentino e composta da Karl Baumgartner, Franco Piersanti, Constantin Popescu e Joana Preiss, cade su un road movie ambientato in una stazione di servizio nel bel mezzo delle Highlands scozzesi. Unica presenza umana di questo territorio di confine Shell e suo padre Pete, la cui quotidianità è spezzata di tanto in tanto dai pochi automobilisti di passaggio.

La Migliore Attrice di questo festival è invece la tedesca Aylin Tezel per “Breaking Orizons”, Miglior Attore il mongolo Huntun Batu per il film “The First Aggregate”. La kermesse si chiude non senza polemiche: da Ken Loach che in apertura decide di disertare la manifestazione e di non ritirare il Gran Premio Torino (per solidarietà con un gruppo di lavoratori licenziati di una cooperativa di servizi del Museo del Cinema) all’amaro addio di Gianni Amelio liquidato dopo quattro anni di direzione a mezzo stampa quando mancavano ancora molti mesi all’inizio della kermesse.

Guarda l'intervista a Gianni Amelio

“Non posso negare – ha commentato nella conferenza stampa di chiusura della kermesse piemontese – di aver provato amarezza quando sono state lasciate trapelare notizie sulla mia successione con troppo anticipo, mentre stavo ancora lavorando”. Un festival che si chiude comunque sotto il segno dell’ottimismo, come dimostrano le cifre soprattutto in termini di presenze: significativa la crescita del pubblico pagante, che ha portato ad un aumento del 16,25% degli incassi mentre la vendita di biglietti singoli ha registrato un incremento del 17,8% rispetto all'anno scorso. L’appuntamento è per la prossima edizione quando con ogni probabilità, come è stato ampiamente anticipato nei mesi scorsi, il testimone passerà a Gabriele Salvatores.

TUTTI I VINCITORI

    TORINO 30
    - Miglior Film: “Shell” di Scott Graham
    - Premio speciale della Giuria ex-aequo: “Noi non siamo come James Bond” di Mario Balsamo e “Pavilion” di Tim Sutton
    - Premio per la Miglior Attrice: Aylin Tezel per il film “Am immel der tag / Breaking Horizons” di Pola Beck
    - Premio per il Miglior Attore: Huntun Batu per il film “Tabun Mahaba/The first aggregate” di Emyr ap Richard e Darhad Erdenibulag
    TFFdoc
    - Miglior Film Internazionale.doc : “A Ultima vez que vi macau”di João Rui Guerra da Mata e João Pedro Rodrigues
    - Premio Speciale: “Leviathan” di Lucien Castaing-Taylor e Véréna Paravel
    - Miglior Documentario Italiano: “I dont speak very good, I dance better” di Maged El Mahedy
    - Premio speciale della Giuria:“Fatti corsari” di Stefano Petti e Alberto Testone
    - Menzione Speciale: “La seconda natura” di Marcello Sannino
    ITALIANA.CORTI
    - Miglior Cortometraggio Italiano: “Spiriti” di Yukai Ebisuno e Raffaella Mantegazza
    - Premio speciale della Giuria – Premio Kodak: “In nessun luogo resta” di Maria Giovanna Cicciari
    - Menzione Speciale: “Un mondo meglio che niente” di Cobol Pongide e Marco Santarelli
    SPAZIO TORINO
    - “Il mare di Beppe” di Carlo Cagnasso
    PREMIO CIPPUTI
    - Miglior film sul mondo del lavoro: “Nadea e Sveta” di Maura Delpero
    PREMIO BASSAN – ARTE & MESTIERE
    - Lina Nordqvist, scenografa di “Call Girl” di Mikael Marcimain

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017