Excite

Spring Breakers: come ti trasformo Selena Gomez in una bad girl

  • Ufficio stampa Festival

L'eclettico regista Harmony Korine ha presentato oggi al Lido il suo ultimo Spring Breakers, in concorso, con un cast tutto al femminile - Selena Gomez, Vanessa Hudgens, Rachel Korine e Ashley Benson - guidato dal fascinoso James Franco. Tra street culture ed estetica alla MTV, l'audace e realistico film che fa delle ragazzine disneyane un manipolo di pericolosissime cattive ragazze folli e capaci di tutto, il film è stato accolto con entusiasmo dalla stampa.

"Parlo di teenagers americane, forse ho portato in scena una continuazione dei personaggi dai quali vengo sempre attratto perché li trovo interessanti", ha raccontato il regista spiegando che al centro della sua scandalosa opera c'è "la metafora di un rito di passaggio". A rappresentare questo tipo di cultura Korine ha voluto quelle che definisce "le ragazze" e James Franco, che insieme formano un gruppo di personaggi davvero avvincenti pronti a fare di tutto e disposti a qualunque cosa pur di avere ciò che vogliono.

Guarda una clip video del film

"Sono arrivato già a metà delle riprese", ha rivelato Franco, che in Spring Breakers si cala nei panni sporchi di un gangster bianco cresciuto tra "colleghi" di colore, "e ho capito subito che il regista avesse fatto un ottimo lavoro con la scelta del cast: ognuno era immerso nella sua parte e tutto è stato fatto senza sforzi. Recitare in questo film è stato divertente". Se l'ingaggio di Franco, uno dei volti più versatili di Hollywood, non sorprende, la presenza degli idoli disneyani colpisce, ma quella dello spudorato cineasta è stata una scelta deliberata di abbinare per la prima volta a star legate a immagini di genuinità a ragazze selvagge: "Queste ragazze appartengono al mondo di Disney Channel ed è significativo che abbiano preso parte a questo film. Quando l'ho concepito, ho pensato a chi avrebbe potuto interpretare queste ragazze e mi sono venute in mente loro".

Vanessa Hudgens non ha risparmiato parole per dichiarare il suo entusiasmo per la storia raccontata dal film (quella di un gruppo di ragazze del college che vivono lo spring break, la vacanza primaverile che i giovani americani considerano un'esperienza inebriante): "Quando ho letto il copione ho trovato che raccontasse una storia mai vista prima al cinema e con una visione originale della vita al college". Più timida invece Rachel Korine, che confessa di non aver mai preso parte a una vacanza del genere: "Sono cresciuta a Nashville, nel Tennessee, i miei amici hanno vissuto esperienze di Spring Breakers, ma i miei genitori sono sempre stati molto severi e non me l'hanno mai permesso. Con questo film anch'io ho vissuto la mia prima esperienza da Breaker!".

La sfida più dura è stata forse per la vera starlette del film, Selena Gomez, che con grande sincerità ha confidato: "Venire da Disney Channel mette un'etichetta. So di avere fan giovani e so che questo film sarà shockante per loro, ma per me era giustio fare una nuova esperienza". Protagonista di una scena di sesso piuttosto hard, insieme all'amica e collega Ashley, l'attrice ha dichiarato che inizialmente non era sicura di riuscire nell'impresa: "Pensavo che non sarei stata pronta per un ruolo così eccessivo, temevo che non fosse adeguato per la mia carriera. Ora però penso che sia stata una scelta giusta! Ho riposto fiducia in Harmony e solo grazie a lui e alle ragazze sono riuscita a fare cose che non avrei mai pensato".

Sulla genesi dell'opera Korine dichiara che inizialmente aveva le idee un po' confuse ed è partito da un unico punto di partenza: "Due anni fa avevo in mente un'immagine di ragazze in bikini che rubavano in spiaggia ai turisti e ci trovavo qualcosa d'iconico, da lì ho creato una narrativa intorno a quest'immagine. Mi sono chiesto da dove potessero venire, come avrebbero trascorso le vacanze primaverili...". Più precisi invece erano gli obiettivi che il filmaker americano sembrava essersi prefissato: "Volevo fare un film che sviluppasse il movimento e la narrativa liquida, che fosse un'esperienza sensoriale per lo spettatore, un attacco di suoni e di musica. L'ho pensato come un poema pop!".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019