Excite

Sospesa la proiezione di "Avatar" in Cina

Stop alla 'Avatar mania' in Cina: nel paese sono state bloccate le proiezioni del successo di James Cameron sebbene il film stia incassando cifre altissime come nel resto del mondo. La decisione è stata comunicata dalla China Film Group Company che distribuisce la pellicola nel paese del Sol Levante.

Guarda alcune immagini di 'Avatar'

Tra le ipotetiche motivazioni che circolano sui siti Internet, la più quotata sarebbe quella di far spazio nelle sale cinesi al film patriottico su Confucio: la pellicola, prodotta ad Hong Kong, sarà nelle sale a partire dal 23 gennaio e rischiava di restare in secondo piano a causa di 'Avatar'.

Secondo altre ipotesi, il motivo risiede nella storia del film che mostra lo scontro fra un gruppo di umani armati delle più moderne armi e tecnologie contro il pacifico e primitivo popolo dei Na'vi: troppo evidente, secondo alcuni, il richiamo alle minoranze etniche della Cina quali tibetani e gli uighuri.

Secondo l'Apple Daily di Hong Kong, la decisione di bloccare l'uscita di 'Avatar' proviene dall'alto, e cioè dal Dipartimento Centrale di Propaganda del Partito Comunista Cinese. Alle sale cinematografiche è stato imposto di cancellare le proiezioni 'normali' del film consentendo solo la versione 3D: ma i cinema cinesi attrezzati per questo tipo di visione sono pochi, e 'Avatar' sarà trasformato in un prodotto di nicchia.

Guarda il trailer di 'Avatar'

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017