Excite

"Somewhere", Sofia Coppola a Venezia

La figlia d'arte più in gamba della sua generazione, Sofia Coppola, torna sul grande schermo, e lo fa in grande stile, presentando in concorso a Venezia il suo 'Somewhere'. Intimista e un pò autobiografica, la pellicola esplora il rapporto padre-figlia e si avvale del talento dei protagonisti Stephen Dorff ed Elle Fanning.

Quest'ultima, sorellina della più celebre Dakota, interpreta l'undicenne Cleo la cui purezza farà da toccasana ad una padre attore immerso nel mondo controverso e in fondo solitario dello spettacolo. La Coppola regala il ritratto di una Los Angeles moderna ma che ricorda - anche grazie a fotografia e musiche - quella degli anni '70, vicina per ammissione della regista a film quali 'Shampoo' e 'American Gigolò'. Il personaggio principale, Johnny Marco, ad esempio alloggia nello storico hotel Chateau Marmont, dove morì John Belushi.

'Mi interessano molto le storie che riguardano i momenti di transizione - ha spiegato Sofia - e allo stesso tempo mi interessava esplorare la cultura odierna e lo show biz di Los Angeles. Ho ritratto una città spigolosa perchè volevo che la storia fosse rappresentata dal punto di vista del protagonista e che desse la sensazione di isolamento in cui viveva ricreando in parte l'atmosfera di alcuni film che ho molto amato'.

Nel film il premio Oscar per 'Lost in Traslation' ha inserito una scena in cui Johnny Marco ritira un riconoscimento - accompagnato dalla figlia - alla cerimonia dei Telegatti, proprio come accadde a Sofia e al padre Francis Ford Coppola. 'Volevo mostrare nel film il contrasto tra il mondo dello show business e l'impatto sulla piccola Cleo. In realtà la manifestazione dei Telegatti non è così particolare, avviene la stessa cosa in tutto il mondo, in Italia e in America, volevo dimostrare il contrasto'.

Di origini italiane, la Coppola adora il Bel Paese, tanto che 'Somewhere' uscirà oggi nei cinema italiani in anteprima mondiale. Con lei al Lido, che ha accolto la pellicola con grandi applausi, anche l'eterea Fanning e il fascinoso Dorff che ha qualche punto in comune con il suo personaggio: 'Anche io - dice - sono un attore, non ho una Ferrari ma come lui vivo molti momenti di solitudine. La vita delle persone che come me fanno questo mestiere è questa: passiamo interi mesi con la troupe e inevitabilmente tutto quel che hai intorno diventa la tua casa'.

Foto da La Presse

Guarda il trailer di 'Somewhere'

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017