Excite

'Shrek Third' presentato a Roma

Antonio Banderas, Cameron Diaz e Justin Timberlake. Tre pezzi da novanta sono arrivati stamane a Roma per presentare alla stampa italiana il terzo capitolo della saga d'animazione Dreamwork: "Shrek Third", nelle sale italiane dal prossimo 31 agosto (guarda le foto della presentazione).

"Ho trovato un team sempre più ambizioso, in tutto: dalla creatività alla comunicazione. Il Gatto, ad esempio, ha una grande personalità in un corpo piccolissimo: è sorprendente, dolce, seducente e a volte manipolativo", ha raccontato il sempre affascinante Antonio Banderas, che con la sua voce ha contribuito a rendere il gatto con gli Stivali uno dei personaggi più amati della saga.

"Quella di Shrek è ormai diventata una grande famiglia", ha detto una bellissima Cameron Diaz (da sempre la voce della protagonista femminile Fiona, fidanzata e poi moglie di Shrek). "Sono onorata di farne parte!".

Justin Timberlake è invece una new entry della saga. Sarà lui a prestare la voce al giovane Arthie, alias Artù. "Quando ho visto il film mi sono emozionato al pensiero di vedere che anche io erto parte di Shrek! Era una cosa che volevo fare da tempo: dare la voce a un personaggio animato è un passo importante", ha chiosato sorridendo.

Banderas sarà l'unico attore dei tre a doppiare la versione inglese, spagnola e italiana: "Per me è stato anche impegnativo fronteggiare la diversità delle lingue. Ad esempio lo spagnolo è meno sintetico dell’inglese. Per questo abbiamo introdotto qualche modifica nei dialoghi, ma certo ci siamo attenuti sempre al testo".

Non poteva mancare una domanda a Cameron Diaz sul fatto che Artie sarebbe stato interpretato dal suo ex ragazzo: "Fiona sa che Artie è un bravo ragazzo e un bel personaggio, quindi non può che essere contenta", ha risposto lapidaria.

Una domanda ha riguardato anche la colonna sonora del film: "La canzone per cui abbiamo dovuto faticare meno per ottenere i diritti è stata Live and Let Die di Paul Mc Cartney: Paul è un grande appassionato di animazione ed è stato subito entusiasta di far parte del progetto. La maggiori difficoltà le abbiamo invece riscontrate con Immigrant Song dei Led Zeppelin: è stata una lunghissima trafila...", ha detto Jeffrey Katzenberg, presidente della DreamWorks Animation.

Aron Warner, produttore del film, ha confermato che ci sarà sicuramente uno Shrek Quarto: "E non sarà un prequel: la storia di Shrek continua! Comunque è ancora troppo presto per parlarne".

Una curiosità. Il film ha anche il contributo di un artista italiano. Si tratta di Gabriele Pennacchiotti che ha curato lo storyboard di una parte del film, quella dell'uomo focaccina che rivive in flashback tutta la sua vita.
Meglio di niente.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017