Excite

Sergio Rubini: "In tv chi non sa fare una sega"

Il camaleontico e bravissimo attore pugliese Sergio Rubini, in occasione della conferenza stampa per la presentazione del suo decimo film "L'Uomo nero" che sta girando a Mesagne (Brindisi), si è pronunciato polemicamente sulla sinistra italiana.

Rubini ha affermato che in Italia i talenti veri non riescono ad emergere perchè ci sarebbe poca meritrocazia. L'attore pugliese si riferisce in particolare alla Sinistra e alla sua incapacità di dare spazio ai veri talenti.

L'attore non manca di fare riferimenti precisi, raccontando il film :"La storia è però anche quella di una riconciliazione tra genitori e figli, mentre sullo sfondo domina il tema dell'amatorialità, della voglia di emergere a tutti i costi che porterà poi all'era del Grande Fratello. L'uomo della strada, emarginato, ha chiesto protezione altrove, alla destra, che gli ha dato attenzione ma non l'ha fatto crescere. E questa è la colpa della sinistra,Oggi c'è "Amici", che dà un palcoscenico a chi non sa fare una sega". Niente giri di parole dunque, ma la volontà di far sentire la propria voce sullo stato dello spettacolo in Italia, dal punto di vista di un attore, regista di fama internazionale, qual è Sergio Rubini.

Durante la conferenza stampa a cui hanno partecipato anche Riccardo Scamarcio e Valeria Golino non sono mancati altri colpi di scena. Il bel Riccardo ha protestato apertamente contro il taglio dei finanziamenti pubblici per i lavoratori dello spettacolo. Scamarcio ha dichiarato: "Dai prossimi mesi si vedranno meno film, meno spettacoli teatrali, meno concerti, meno serie tv, meno artisti, meno idee, in un panorama di pretesi risparmi che finiranno per rendere il Paese più povero di emozioni, pensieri, di profondità, di energia creativa e di allegria".

Questa voglia di parlare, di esprimere il proprio dissenso sulla società attuale e i meccanismi che la governano, sono descritti pienamente nella pellicola che Rubini sta girando a Mesagne (Brindisi).

Ne "L'uomo Nero", Rubino racconta la storia di un uomo, Ernesto, che per tutta la vita insegue la sua passione di diventare un pittore, fallendo miseramente e versando tutte le sue frustazioni sulla sua famiglia. Tra liti, tradimenti e colpi di scena, la morale sta tutta nel rapporto padre - figlio (Rubino e Scamarcio) e nella frustrazione di non poter raggiungere i propri sogni artistici, come sfondo la suggestiva ed amata Puglia.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017