Excite

Salemme e Battiston mattatori in "Senza arte nè parte"

Il vulcanico Vincenzo Salemme è protagonista con l'inedito compagno di set Giuseppe Battiston nella commedia 'Senza arte nè parte': diretta da Giovanni Albanese, la pellicola pone in tono scherzoso la questione sui labili critieri legati al riconoscimento di un'opera d'arte.

Quando il pastificio Tammaro chiude, causando il repentino licenziamento dei dipendenti, gli amici Enzo e Carmine cercano un modo per sbarcare il lunario. L'occasione giungerà loro quando gli viene offerto il posto di custodi di alcune opere d'arte moderna: con l'aiuto dell'amico Bandula, Enzo e Carmine metteranno su un traffico di sculture e opere false, con il disappunto della moglie del primo Aurora.

La sceneggiatura nasce dall'amore da parte del regista per il cinema e per l'arte moderna: 'Avevo voglia di raccontare questo cortocircuito tra alto e basso, tra il mondo dell'arte così elitario e lontano dalla realtà di tutti i giorni e il basso' ha spiegato Albanese in conferenza.

Salemme, che recita anche al fianco di Donatella Finoccchiaro (la moglie che lo tirerà fuori dai guai, fa eco al regista prendendo con riverenza le distanza da 'La banda degli onesti' di Totò e Peppino: 'Solo l’innocenza è la stessa: questa è una commedia, quella era una farsa. Piuttosto, - aggiunge - penso alla commedia indipendente inglese, ma non dura come quella di Ken Loach'. Nel cast anche Paola Sassanelli nei panni del proprietario della fabbrica e Hassani Shapi - conosciuto in 'Oggi Sposi' - che è il simpatico Bandula.

Foto da YouTube

Guarda il trailer di 'Senza arte nè parte'

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018