Excite

Scarlett Johansson, esclusa dai Golden Globe 2014: la performance vocale in "Her" non basta

  • Getty Images

di Marta Gasparroni

Fresca di vittoria, Scarlett Johansson non riesce neanche a godersela. Infatti, nonostante sia stata premiata dall'ultimo Festival di Roma come Miglior Attrice per la partecipazione straordinaria in Her di Spike Jonze, dove figura esclusivamente come voce, proprio quella computerizzata di cui si innamora Joaquin Phoenix, a Hollywood non vale e i Golden Globe 2014 non la accettano per la nomina a miglior attrice non protagionista.

Guarda le foto dell'attrice sul red carpet del Festival di Roma 2013

Guarda le foto di Her

Se si era trattato di un riconoscimento anomalo, su Collider e su The Wrap viene confermato che anche la decisione della Hollywood Foreign Press Association appare bizzarra, tanto che la stessa Warner Bros sta cercando di contrastare per far sì che la sua pupilla venga accettata.

Le cose tuttavia non sono tanto semplici, perché se è vero che non ci sono regole che vietano la candidatura per la propria voce in un film, è altrettanto vero che non può essere l'unico fattore determinante per concorrere nel ventaglio delle nomination.

Senza considerare, poi, il forte conservatorismo che contraddistingue la tradizionale cerimonia dei Golden Globe, conforme a regole molto rigide. A tal proposito, ricordiamo che all'inizio dell'anno si era intenzionati ad escludere dalle candidature per miglior film straniero lo svizzero "More Than Honey" solo perché si trattava di un documentario.

Nonostante poi non ci fossero effettivamente voci scritte che ne indicassero la squalifica per la non conformità dei parametri idonei alla candidatura, la stessa Hollywood Foreign Press Association ha istituito una regola nuova per non ammettere più i documentari alle nomination in futuro.

Sebbene Scarlett Johansson non sia impossibilitata a partecipare comunque alle candidature per altri premi, rientrando tra le papabili agli Oscar o agli Screen Actors Guild Awards, sembra che le altre associazioni pendano dalle decisioni vagliate dai Golden Globe.

Per quanto riguarda l'exra-ordinaria performance dell'attrice, non era la prima volta che una partecipazione insolita venisse candidata e successivamente esclusa da potenziali nomination. La stessa situazione vedeva protagonista l'Andy Serkis di "L’alba del pianeta delle scimmie" e "Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato", per la digitalizzazione cui viene sottoposta la sua figura, difficilmente comprensibile per i giurati.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017