Sabrina Ferilli, lettera al governo

Sicuramente è una delle attrici italiane più apprezzate del momento. Ed è anche una donna molto bella e ricca di simpatia. Ma qualche giorno fa, ha tirato fuori le unghie e ha deciso di parlare al Governo dalle pagine de L'Unità.

Si tratta di Sabrina Ferilli, che fa parte insieme a Prodi, Berlusconi e Giorgia Palmas, dei personaggi che sono stati spiati. Scrive una lettera indirizzata al governo di centro sinistra e ci mette tutta la sua incredulità mista a rabbia.

Con la domanda diretta Cosa diavolo sta accadendo?, l'attrice lancia tutta una serie di questioni da risolvere. Vedo ogni giorno la difficoltà nel far capire agli elettori che cosa il governo sta facendo. L'ha ammesso lo stesso Prodi. Ma è possibile che la lezione del '96 non sia bastata? Cosa ci vuole a metter in mano la comunicazione a professionisti del mestiere, e fare in modo che governo e maggioranza parlino con una voce sola?, scrive la Ferilli.

Il gesto è stato particolarmente apprezzato da il centro-sinistra dei giovani, che auspica una Ferilli decisa a entrare in politica. Forse è troppo presto per dirlo, in ogni caso l'attrice non risparmia commenti su nulla.

Aggiunge nella lettera: Per non parlare della finanziaria. Anzi, 'delle finanziarie', visto che ogni esponente della maggioranza sembra avere la sua versione, forse in nostalgia dei vecchi tempi delle correnti della Dc e degli 'assalti alla diligenza'.
Il pezzo forte arriva quando si lamenta del mondo politico, anzi del mondo parassitario che gravita intorno alla politica , come lo definisce lei.
Chi ha votato la coalizione si sarebbe aspettato interventi immediati per fare piazza pulita di privilegi immotivati, di chi campa sulle spalle degli italiani. E invece ci troviamo ancora di fronte a situazioni intollerabili.

"Caro Governo, sono arrabbiata perchè....". La risposta non è ancora arrivata.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2014