Excite

Rooney Mara, il sequel di "Uomini che odiano le donne" non si farà?

  • Fonte ⒸGetty Images

Dopo la nomination agli Oscar, Rooney Mara torna sulla scena pubblica a far parlare di se. Questa volta l’oggetto delle chiacchiere riguarda la sua partecipazione alla trilogia Millennium, proprio quella che le fece ricevere la nomination agli Oscar come miglior attrice nel 2011 per il ruolo di Lisbeth Salander nel primo della serie “Uomini che odiano le donne” tratto dall’omonimo best-seller poliziesco dello scrittore e giornalista svedese Karl Stig-Erland Larsson scomparso a Stoccolma nel 2004.

Guarda le foto di Rooney Mara nel ruolo di Lisbeth Salander

L’attrice si è dichiarata pessimista riguardo al secondo capitolo della trilogia “The Girl Who Played With Fire” ("La ragazza che giocava con il fuoco"). "Non credo che verrà mai realizzato – ha dichiarato Mara - Sono triste perché avrei voluto girarli, ma semplicemente non mi sembra che ci siano piani a riguardo".

Cento milioni di dollari negli Stati Uniti è la cifra che era stata incassata con il primo film della serie (che si sarebbe conclusa con il terzo capitolo: “La regina dei castelli di carta”) diretto magistralmente da David Fincher. Probabilmente non si tratta del successo che si prevedeva prima della realizzazione e dell’uscita nelle sale, ma era comunque una cifra che superava quella sostenuta per la produzione (circa novanta).

Forse il vero motivo è che le produzione non si è ritenuta sufficientemente soddisfatta per poter proseguire mettendo in cantiere anche il secondo episodio della saga che, negli anni, ha vinto numerosi premi e riconoscimenti letterari dopo la scomparsa dell’autore. Nel 2006 e nel 2008 infatti due romanzi della trilogia, (il primo “Uomini che odiano le donne” e il terzo “La regina dei castelli di carta”), hanno vinto il Glasnyckeln, un premio per i migliori gialli scandinavi.

Mentre il secondo, "La ragazza che giocava con il fuoco", sempre nel 2006, è stato riconosciuto come miglior romanzo poliziesco svedese dell'anno dalla Svenska Deckarakademin. Infine nel 2009 vinse ilPremio Macavity come miglior romanzo d'esordio e il Premio Barry per il miglior romanzo poliziesco britannico con "Uomini che odiano le donne".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017