Excite

Roma conquistata da "Animal Kingdom"

 di Marta Marrucco

Lo hanno definito il Martin Scorsese australiano: David Michod ha conquistato il Festival di Roma con il suo ‘Animal Kingdom’, film fuori concorso già decretato miglior pellicola al Sundance Festival.

Quella descritta nel film, con una maestria fuori dal comune per essere un esordio, è la giungla criminale di Melbourne, in cui il confine tra legge e delinquenza è quasi inesistente. La storia ruota attorno alla famiglia Cody, i tre figli implicati in giro di droga e malavita, la cui vita è scandita dalla presenza della madre Smurf, donna all’apparenza squisita ma controversa e letale.

L’equilibrio del nucleo familiare, o branco - come sarebbe più giusto definirlo – viene turbato dall’arrivo del nipote adolescente Josh, che dopo la morte della madre viene catapultato nel difficile mondo della famiglia a lui sconosciuta. E sarà proprio in seguito ad un gioco perverso di vendetta a cui prendono parte i Cody che Josh dovrà imparare a cavarsela, capendo a sue spese cosa significa vivere nello spietato regno animale – come da titolo - in cui è capitato.

David Michod ha lavorato al progetto per nove anni facendosi conoscere grazie ai cortometraggi tra cui spicca ‘Crossbow’, vincitore di diversi premi. Per ‘Animal Kingdom’ il regista si è ispirato alla malavita australiana degli anni ’80: ‘Mi interessava studiare il declino di un certo genere di bande criminali. Esistono episodi raggelanti, storie documentate di famiglie molto in vista, al cui centro spesso c’erano delle matriarche’.

A tal proposito, nel corso della conferenza a cui ha preso parte con la produttrice Liz Wattz, il regista si è soffermato sul ruolo della terribile Smurf, interpretata dalla celebre attrice australiana Jacki Weaver. Per quest’ultima già si parla di una statuetta.

Ho creato il personaggio pensando proprio a lei, senza ispirarmi ad altri film’ spiega David. ‘Questa famiglia di giovani maschi pericolosi - ha aggiunto - ruota attorno ad una donna altrettanto pericolosa ma anche disarmante’. Nel cast anche Guy Pearce, nel ruolo del poliziotto, e volti noti del cinema australiano quali Ben Mendelshon, Joel Edgerton e Luke Ford.

’Animal Kingdom’, che Michod definisce ‘un film coraggioso ma allo stesso tempo austero e classico’, ha ricevuto alla kermesse romana la stessa calorosa accoglienza del Sundace Festival. ‘Al successo mi ci devo ancora abituare, è come essere ubriachi’ ha commentato. Ma se questa è solo la sua prima opera, l’australiano va senza dubbio tenuto d’occhio.

 (foto©La Presse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017