Excite

Riccardo Schicchi è morto, addio al re dei film per adulti

  • YouTube

Si è spento oggi a 60 anni, dopo lunga malattia, Riccardo Schicchi, il re del cinema per adulti italiano e non solo. Ad assisterlo fino all'ultimo, nel reparto dell'Ospedale San Pietro di Roma dov'era ricoverato per un aggravemento del diabete mellito di cui soffriva da anni e che lo aveva reso praticamente cieco, l'ex moglie e compagna di una vita, Eva Henger. Insieme i due hanno anche avuto due figli: Riccardino (17 anni) e Mercedes (21 anni), che vive in Inghilterra.

Riccardo Schicchi racconta la nascita dell'agenzia Diva Futura

Nato ad Augusta il 12 marzo del 1952, Schicchi inizia la sua carriera come fotografo per Epoca, realizzando anche reportage di guerra, ma la vera svolta professionale nella sua vita arriva quando incontra Ilona Staller. La modella ungherese lo folgora letteralmente e i due iniziano un lungo e proficuo sodalizio artistico, scandalizzando l'Italia borghese degli anni '70 prima con una trasmissione radiofonica dal titolo Voulez-vous coucher avec moi? (durante la quale nasce il soprannome di Cicciolina), poi con una serie di foto osè e di performance senza veli e quindi con la nascita dell'agenzia Diva Futura, che non solo segna il debutto di Schicchi nel mondo del cinema per adulti, ma anche la nascita del genere in Italia.

Dalla sua 'scuderia' passano diverse ragazze, con varie fortune, ma tra di loro due sono destinate a scrivere la storia delle pellicole a luci rosse insieme a Cicciolina: Eva Henger e la sempre venerata Moana Pozzi. Schicchi prova poi a lanciare altri 'personaggi', ma il successo delle sue tre 'primedonne' rimane inarrivabile e Ramba, Petra e le altre devono accontentarsi di un ruolo da comprimarie.

Provocatore per vocazione, ma anche a modo suo uomo di cultura e pensiero, Schicchi tenta più volte la strada della politica, nel 1970 con la Lista del Sole e negli anni '80 con il Partito Radicale di Marco Pannella. E proprio grazie a questa militanza, nel 1987 Ilona Staller viene eletta alla Camera dei Deputati. Nel 1990, infine, fonda il Partito dell'Amore, che pur non ottenendo i voti per andare alla Camera ebbe comunque un grande successo, soprattutto grazie alla sua capolista, Moana Pozzi.

Accantonata la politica, il 9 gennaio 1994 sposa Eva Henger, dalla quale non si è mai legalmente separato, nonostante alcuni dissidi intercorsi negli anni. La donna, che oggi ha un nuovo compagno, è rimasta al suo fianco per tutta la malattia, in particolare da quando questa estate a luglio il diabete si era aggravato e Schicchi era entrato in coma.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017