Excite

Renzo Bossi, l'avanzata del Trota contro droga e culattoni

Mentre il padre Umberto Bossi sparava a zero su criminalità organizzata e governi tecnici, il figlio Renzo festeggiava il Ferragosto tra le sue montagne beandosi per non essere mai stato altrove.

'Non sono mai sceso a Sud di Roma', dichiara soddisfatto il Trota che attualmente lavora in Regione ma che si sta guadagnando la fama di rampollo destinato a succedere al padre, con non poca apprensione da parte dei superiori.

Che tremano di fronte ad un ragazzo che si vanta di aver ricevuto 'già 58 querele', di potersi far accompagnare da amici famosi come Mario Balotelli e di non sapere neanche quanto guadagna perchè, dice, 'io penso a lavorare, tutto il giorno in Regione e di notte studio'.

Idee chiare e ben espresse quando sostiene che 'nella vita bisogna provare tutto, tranne droga e culattoni' e che non vuole far sapere a quale università è iscritto per evitare le telecamere di Striscia la notizia, convinto com'è che la televisione lo stia continuamente cercando.

Il nomignolo Trota non lo infastidisce e dice che lo 'fa ridere' al punto tale che 'ho fatto stampare anche una maglietta e l'ho messa in vendita per beneficienza'; non dimentica di essere stato bocciato diverse volte ma se la prende con gli altri, con i professori che si erano accaniti contro di lui per chissà quale motivo.

La sensazione che di Renzo Bossi si parlerà a lungo è tangibile e si tocca con mano perchè del resto la storia italiana insegna che a tutti è concessa più di una possibilità, soprattutto se le spalle sono ben coperte.

(foto @LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017