Excite

"Ponyo sulla scogliera", il genio visionario di Hayao Miyazaki

Dopo i consensi ottenuti alla 65esima edizione del Festival di Venezia, il nuovo capolavoro di Hayao Miyazaki "Ponyo sulla scogliera" (titolo originale "Gake no ue no Ponyo") è da oggi nelle sale italiane.

Il geniale Walt Disney d'oriente racconta la favola della pesciolina rossa Ponyo, raccolta sugli scogli dal piccolo Sosuke. Il padre Fujimoto la riporta negli abissi, ma Ponyo fugge una seconda volta, riuscendo a trasformarsi in essere umano e causando un brutale innalzamento del livello del mare. Il suo amico Sosuke dovrà superare una prova per restare in compagnia della pesciolina, che in cambio della perdita dei suoi poteri sarà definitivamente umana.

Miyazaki, rimasto fedele negli anni ai disegni a matita senza cedere alla tentazione del digitale, inserisce nel nuovo lungometraggio le tematiche a lui tanto care, come il rapporto tra l'uomo e la natura, la mitologia nipponica e le sue protagoniste tutte al femminile. Il regista ha dichiarato che l'ispirazione per questa pellicola è anche frutto di una visita alla Tate Gallery di Londra, e in particolare della visione dell’"Ofelia" di Millais, che nel film è riecheggiata dalla divina madre di Ponyo.

"Ponyo sulla scogliera" è il dodicesimo lavoro di Miyazaki come regista, che ha ricevuto il Leone d'oro alla carriera nel 2005: l'anno precedente aveva partecipato alla Mostra di Venezia con "Il castello errante di Howl", mentre nel 2001 il suo visionario capolavoro "La città incantata" ha vinto l'Orso d'Oro al Festival di Berlino e l'Oscar 2003 per il migliore lungometraggio di animazione.

Guarda il trailer di "Ponyo sulla scogliera"

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017