Excite

Pietro Taricone, parla un suo prof.: 'Amava Mussolini'

Il professore di storia che nel 2001 ha dato lezioni private a Pietro Taricone, scomparso lo scorso 29 giugno dopo un incidente di paracadutismo, ha parlato della passione che l'ex concorrente del 'Grande Fratello' aveva per Mussolini. Il prof. Roberto Mancini, docente di storia presso il collegio romano 'Il Nazareno', fu incaricato di dare qualche lezione a Pietro in vista del programma 'Lo Storicone', che però non andò mai in onda.

Alcune immagini di Pietro Taricone

Al settimanale A, il docente ha raccontato: 'A Pietro piaceva Mussolini, il Mussolini prima della Marcia su Roma'. Il prof. Mancini ha poi aggiunto: 'Lui era individualista, sempre stato vicino alla destra, senza conoscerne però tutte le posizioni. Io ho fatto un po' d'ordine. Quando l'ho conosciuto, non sapevo niente del Grande Fratello, però l'ho spinto ad avvicinarsi a Casa Pound e il loro progetto di 'mutuo sociale' aveva colpito molto Pietro. Lui era uno che non votava, annullava la scheda e considerava i partiti dei recipienti vuoti'.

Ricordando il tempo trascorsco con Pietro, il docente ha poi raccontato: 'Non gli piaceva il mondo in cui viveva, era costretto a fare quel lavoro per denaro. Spendeva molto per le sue passioni, era spesso in rosso e detestava le banche con i loro tassi di interesse quasi da strozzini. La logica finta di un mondo di plastica, che giudica solo per il denaro che hai. Lui era un puro in questo senso. E poi era arrabbiatissimo con gli intellettuali che lo avevano messo alla gogna senza conoscerlo. Di Kasia parlava pochissimo. C'è stato un anno in cui sono andato a dargli lezione due volte alla settimana, ma di Kasia mi parlava pochissimo, aveva un pudore estremo per i suoi sentimenti. Mi confessò che preferiva andare con le donne a pagamento perché non rischiava coinvolgimenti sentimentali'.

 (foto © LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017