Excite

Philip Seymour Hoffman in corsa per il secondo Oscar

Candidato agli Oscar 2009 come migliore attore protagonista per il film “Il dubbio”, Philip Seymour Hoffman fa parte della categoria di attori rimasti troppo a lungo nell’ombra prima che l’Academy si accorgesse di loro.

Guarda le foto di Philip Seymour Hoffman

La gavetta dell’attore newyorkese, sebbene invidiabile, è stata senza dubbio anche lunga e difficile. Infatti, dando un’occhiata alla sua filmografia, ci si accorge che Hoffman è presente in gran parte delle pellicole più significative degli anni ’90; l’attore però, forse anche a causa dell’aspetto fisico massiccio e poco avvenente, dovrà accontentarsi per anni dei ruoli secondari e di essere ignorato dal pubblico, per il quale sarà solo un volto noto senza nome.

Appassionato di drammatizzazione fin da ragazzo, Hoffman recita a 25 anni al fianco di Al Pacino in “Scent of a woman-Profumo di donna”, e qualche anno più tardi farà parte del cast del blockbuster “Twister” (con una giovane Helen Hunt) e del film cult “Il grande Lebowsky” dei fratelli Coen. Ruoli di maggior importanza arrivano con il nuovo millennio: l'attore interpreta un sensibile infermiere nello splendido dramma “Magnolia”, un critico musicale degli anni ’70 in “Almost Famous”, un giornalista troppo curioso vittima di un serial killer in “Red Dragon” e il migliore amico di Edward Norton nel capolavoro di Spike Lee “La 25sima ora”.

Il 2005 è l'anno della svolta: Philip Seymour Hoffman ottiene il suo primo ruolo da protagonista assoluto nel film “Truman Capote – A sangue freddo”, che ripercorre i sei anni di vita dello scrittore durante la stesura del romanzo-documento sull'assassinio di un'intera famiglia di Holcomb. I gesti effeminati e la voce stridula di Hoffman, così fedele nell'interpretazione del suo personaggio, gli valgono finalmente il premio Oscar e il Bafta come miglior attore protagonista.

Dopo aver interpretato il ruolo del cattivo antagonista di Tom Cruise in “Mission: Impossible III” e l’acclamato “Onora il padre e la madre”, l’attore è stato nuovamente candidato agli Academy Awards nel ruolo di un prete accusato di pedofilia dalla madre superiora Meryl Streep, che durante la cerimonia dei Golden Globe 2009 ha definito Hoffman uno degli attori più in gamba con i quali abbia lavorato.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017