Excite

Oscar 2010: 5 uomini e una statuetta

'And the winner is...'. Oguno di questi cinque attori sarà seduto nella platea del Kodak Theatre con il cuore palpitante e il sorriso apparentemente sereno, ma in cuor loro agogneranno la vittoria quando sul palco staranno per consegnare l'Oscar al miglior attore protagonista.

Partecipa al sondaggio: chi vincerà l'Oscar come miglior attore protagonista?

Il primo in lizza è Jeff Bridges: protagonista di capolavori quali 'La leggenda del re pescatore' e 'Il Grande Lebowsky', Bridges ha ricevuto la sua prima nomination per il film 'Crazy Heart' grazie al quale ha vinto anche il Golden Globe: nella pellicola interpreta un cantante country alcolizzato che riuscirà a ricostruire vita e carriera grazie ad una giornalista, alias Maggie Gyllenhall (nominata tra le migliori non protagoniste).

Vincitore di un Oscar nel 2006 per 'Syriana', il sex symbol George Clooney è di nuovo candidato per la commedia amara 'Tra le nuvole'. George ha convinto pubblico e critica fin dall'anteprima del film al Festival di Roma: il suo tagliatore di teste aziendale incapace di metter radici è uno dei ritratti più attuali e toccanti del cinema contemporaneo.

L'immenso Morgan Freeman ha regalato agli spettatori l'ennesima spettacolare interpretazione in 'Invictus' di Clint Eastwood, nei panni del gigante Nelson Mandela, ex presidente del Sudafrica. E fu proprio Eastwood a dirigerlo nel 2005 in 'Million Dollar Baby', film che valse a Freeman la statuetta come miglior attore non protagonista.

Parlando di Jeremy Renner, Kathryn Bigelow che lo ha diretto in 'The Hurt Locker' ha detto di aver anticipato Spielberg o Stone scoprendo questo attore, che dopo una serie di ruoli minori ha finalmente dimostrato il proprio talento: nella pellicola, che in molti considerano l'unica temibile avversaria di 'Avatar' nel fare incetta di premi, interpreta un sergente specializzato in un delicato e rischioso compito, disinnescare bombe.

Completa la cinquina l'attore 'british' per eccellenza, Colin Firth, nominato per il film 'A single man'. Professore omosessuale devastato dalla perdita del compagno nella finzione, Firth ha saputo alternare sapientemente nel corso della carriera pellicole in costume, graziose commedie e film impegnati, giungendo finalmente, dopo la Coppa Volpi al Festival di Venezia, alla sua prima nomination agli Oscar.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017