Excite

"Miele": il primo film da regista di Valeria Golino sbarca a Cannes 2013

  • Getty Images

Valeria Golino è una delle migliori attrici italiane ed una di quelle più conosciute al di fuori dei nostri confini. Dopo una lunghissima fila di film a cui ha partecipato ha deciso di fare il grande salto e mettersi dalla parte opposta della cinepresa. Il suo esordio alla regia in un lungometraggio è stato accettato nella sezione “Un certain regard” del prossimo Festival di Cannes.

Il titolo del film è “Miele” ed è tratto dal libro “A nome tuo” di Mauro Covacich. In un’intervista a Repubblica Tv la Golino ha dichiarato di aver scelto questo soggetto per il suo esordio da regista perché il libro di Covacich l’ha letteralmente conquistata, “E’ un libro che pur toccando degli argomenti durissimi come il dolore ed il suicidio assistito, è profondamente intriso di vita”.

Guarda le foto più belle di Valeria Golino

La trama ruota attorno al rapporto tra i due personaggi principali. Irene aiuta le persone malate a lasciare la vita e questo suo lavoro si ripercuote nei rapporti personali e nel modo in cui la giovane approccia l’esistenza. Il signor Grimaldi è un ingegnere che non ha nessun male fisico ma è afflitto da una forma di depressione che lo ha portato a decidere di voler morire. L’uomo non sopporta più la volgarità del mondo.

Irene non riesce a capire come mai una persona che non è il classico malato terminale voglia morire. Questa decisione la porta a rivedere tutta la sua routine e tra i due nasce un rapporto molto simile a quello tra padre e figlia.

Per “Miele” Valeria Golino ha allestito un cast di tutto rispetto. Jasmine Trinca è Irene, mentre il ruolo dell’ingegner Grimaldi è stato affidato a Carlo Cecchi. Completano il cast i bravissimi Libero de Rienzo, Vinicio Marchioni e Iaia Forte. Il film arriverà nelle sale prima di passare sugli schermi del Festival di Cannes visto che l’uscita è prevista per il 1 maggio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017