Excite

Michelle Bonev: ho pagato io per essere a Venezia

Il 'caso Dragomira' continua: dopo lo scandalo sollevato da Il Fatto Quotidiano, riflettori ancora puntati sulla regista bulgara Michelle Bonev, per la quale il ministero della cultura avrebbe sborsato 400mila euro per promuovere e presentare il film 'Goodbye Mama' al Festival di Venezia.

Guarda alcune foto di Michelle Bonev

Un premio istituito apposta per la Bonev nell'ambito della sezione 'Action for Women'. E la sua amicizia con il premiere bulgaro e con Silvio Berlusconi non ha potuto fare a meno di destare altre chiacchiere. Una volta sganciata la bomba, mentre il ministro Sandro Bondi e il ministro della cultura bulgaro si puntano il dito contro a vicenda su chi ha sborsato la cifra per la Bonev, quest'ultima confessa.

'Intendo rendere onore alla verità in questo fiume di menzogne mediatiche' ha dichiarato la bella regista. 'Il viaggio e il soggiorno della delegazione bulgara a Venezia sono stati pagati dalla mia società 'Romantica Entertainment srl' allo scopo di consentire alla cultura bulgara di mostrarsi al Festival dopo 20 anni di assenza'.

Michelle ha aggiunto: 'Sono naturalmente in grado di documentare quanto dichiaro, La mia società non ha mai ricevuto alcun finanziamento dal ministero italiano per i beni e le attività culturali, né comunque dal governo italiano'. Impossibile non domandarsi perchè Michelle, mora e alta 1.80, non abbia fatto outing nei giorni precedenti.

La sua confessione infatti non convince i più, specie i rappresentanti del mondo dello spettcolo, inviperiti più che mai con il ministro Bondi per i dannosi tagli inferti alla cultura. Andrea Purgatori, sceneggiatore e membro dell'Associazione '100 autori', ha commentato: 'Lo abbiamo chiesto 3 volte e lo ribadiamo: Bondi si deve dimettere. E' la prima volta che sento di un premiato che si sobbarca le spese per ricevere una coccarda'.

 (foto©La Presse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017