Excite

Megan Fox: fu Spielberg a licenziarla

  • Foto:
  • ©LaPresse

La diatriba tra il regista Micheal Bay e l'attrice Megan Fox è nota ai più: quando la Fox rilasciò commenti poco lusinghieri nei confronti del suo pigmalione, lui la fece fuori dalla saga dei 'Transformers' che l'aveva resa famosa. Ma a quanto pare il licenziamento di Megan è stato suggerito dai piani alti.

Secondo le più recenti dichiarazoni di Bay al Daily Mail infatti, a volere la Fox fuori dal progetto fu niente di meno che Steven Spielberg, in questo caso produttore dei film. La Fox infatti dichiarò che Bay sul set era peggio di Hitler, paragone poco felice per Spielberg che è notoriamente di origini ebraiche: 'Avete presente quel commento su Hitler? Steven mi disse: licenziala subito' ha dichiarato Bay.

In 'Transformers 3' infatti Megan è stata sostituita dalla new entry e semi sconosciuta Rosie Huntington-Whiteley, che affianca l'inossidabile Shia LaBeouf. A sostenere Bay contro le critiche della Fox è stata anche la produzione della saga, che in una lettera aperta on line scrisse: 'Michael ha trovato questa ragazza, timida e inesperta, e l'ha condotta fuori dall'oblio, offrendole il più grande colpo nella vita di una giovane attrice'.

Di certo non è stata una grande idea da parte di Megan inimicarsi il re Mida di Hollywood Spielberg, nè tantomeno Bay: infatti, malgrado il successo della campagna Giorgio Armani Underwear, la carriera della Fox non è decollata come ci si aspettava. Dopo un paio di film mai giunti in Italia, la sexy attrice ha recitato in 'Friends with Kids' e 'This Is Forty', produzioni di certo più sotto tono rispetto a 'Transformers'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018