Excite

Mauro Vestri è morto, forse suicidio: in Fantozzi costringeva i dipendenti a vedere la corazzata Potemkin

  • Youtube

Mauro Vestri è morto a Roma a 77 anni. Lontano dalle scene da 15 anni, il suo nome è principalmente legato al Secondo Tragico Fantozzi, film in cui indossava i panni del Prof. Guidobaldo Maria Riccardelli, il capo che costringeva i dipendenti ad improbabili cineforum nei quali era compresa la pellicola 'La Corazzata Potemkin'.

Il decesso di Vestri nasconde il dramma della solitudine. Il suo cadavere è stato trovato in avanzato stato di decomposizione: la morte potrebbe risalire ad almeno 7 giorni fa.

Paolo Villaggio: "Infarto? In ospedale ho solo accompagnato un amico"

Vestri è stato trovato in casa da solo, era steso sul letto, indossava un pigiama. La procura ha aperto una inchiesta avanzando una ipotesi di reato che parla di istigazione al suicidio.

La sua vicenda, quella di un attore che dopo aver conosciuto un periodo di notorietà è stato dimenticato da tutti, potrebbe averlo condotto al suicidio, portato a termine ingerendo un cocktail di medicinali.

Mauro Vestri è nato a Genova il 25 febbraio 1938. Ha esordito ne 'Il provinciale', regia di Luciano Salce, nel 1971. Oltre al 'Secondo Tragico Fantozzi', ha recitato anche in 'Il cav. Costante Nicosia demoniaco ovvero: Dracula in Brianza'.

Altri suoi film sono La donna della domenica, Mark il poliziotto spara per primo, Quel maledetto treno blindato (Film da cui Quentin Tarantino ha tratto ispirazione per Bastardi senza gloria).

Il connubio con Paolo Villagio non si risolse con il 'Secondo Tragico Fantozzi', proseguendo con 'Fantozzi - Il ritorno' e 'Fantozzi 2000 - La clonazione', ultimo film in cui ha recitato.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017