Excite

Marco Muller: "Venezia è sempre Venezia"

A poche ore dall'inizio del Festival di Venezia a dire la sua è anche il direttore Marco Muller, che esordisce con un rimpianto: 'Vorrei aver potuto usufruire di un aereo privato della Biennale per far arrivare quelle star Usa che non viaggiano senza e anche Festival di Venezia un 'topo' della Laguna, un motoscafo per poter far vedere ai nostri ospiti le tante cose belle che ci sono attorno al Lido'.

Anche la Mostra, dunque, sconta le conseguenze della crisi, come sottolinea Muller nell'intervista realizzata da Adnkronos: 'E' vero che in un momento di crisi come questo, produttori e distributori hanno maggiore difficoltà a farsi carico di alcune spese di trasferta dei grandi divi e ci avrebbe fatto comodo poter contare sulla disponibilità di un aereo privato, come accade ad altre manifestazioni'.

Ma come ogni anno, anche la 67esima edizione della kermesse cinematografica potrà vantare grandi nomi e grandi pellicole in prima mondiale, che conferma la fama della manifestazione, tra le più prestigiose al mondo: 'Una serata d'apertura che vedrà sul red carpet Natalie Portman e Vincent Cassel per il film di Aronofsky, Jessica Alba per il film di Rodriguez e le superstar asiatiche Donnie Yen e Shu Qi per celebrare il 70° anniversario della nascita di Bruce Lee non l'ha mai avuta nessun festival in Italia' ha sottolineato Muller.

Il direttore della Mostra però, giunto al suo settimo anno di mandato, ha dichiarato di voler tornare al suo lavoro di produttore, la cui esperienza lo ha aiutato di certo anche in questo ultimo periodo della sua carriera: 'Mi manca parecchio fare il produttore e dal Lido ripartirò in quella direzione. La crisi dei finanziamenti? Io i soldi per fare i film li ho sempre cercati e trovati anche all'estero'.

Foto da La Presse

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017