Excite

Tutti i rumori del mare: Malika Ayane attrice nel film del marito

  • Infophoto

Dalla regia di pluripremiati spot pubblicitari e video musicali a quella di un film: Federico Brugia, l'uomo dietro la macchina da presa delle adv di Damiani, Dolce & Gabbana e Audi, è finalmente riuscito a realizzare un sogno accarezzato a lungo e nelle sale italiane il 24 agosto uscirà 'Tutti i rumori del mare', il suo primo lungometraggio.

Il film, definito un "noir atipico", racconta la storia di X, un uomo che vent'anni prima dei fatti narrati ha cancellato la propria identità e lavora per un'organizzazione criminale specializzata nel traffico di donne da avviare alla prostituzione d'alto bordo. X porta a termine le sue 'consegne' con fredda e meticolosa precisione, fino a che non gli viene chiesto di accompagnare da Budapest all'Italia Nora, una ragazza molto diversa da tutte quelle che l'hanno preceduta, che nel viaggio risveglia in X 'qualcosa' che lo porterà a mettere in discussione le proprie scelte.

Costruito su "atmosfere che descrivano il nulla", ovvero il misterioso X, la pellicola "fa riferimento al genere noir ed è psicologico, si sviluppa sui personaggi e sulla loro anima" spiega Brugia in un'intervista a Movieplayer, aggiungendo che è "un film che ti porta fino agli inferi e poi pian piano ti fa salire: è il percorso di una persona che da un annullamento, pian piano si ricostruisce", con un messaggio dunque "positivo".

Una storia fatta di "sospensioni" e "rarefazioni", interpretata magistralmente dall'ottimo Sebastiano Filocamo - conosciuto dal regista su Facebook - e da Orsi Toth e con alcuni cameo d'eccezione, come quello di Rocco Siffredi, Mimmo Craig e Malika Ayane, moglie del regista e autrice anche della canzone sui titoli di coda. "Ho sempre sognato di impugnare una pistola in un'atmosfera anni Trenta con una mascherina di paillettes. Ma ci sono già tante brave attrici italiane che lavorano poco, ci manca solo una cantante che si improvvisa", ha confessato la cantante a chi le chiedeva se questa interpretazione fosse il preludio di una nuova carriera.

Presentato in anteprima il 22 agosto all'Isola del Cinema di Roma - "un momento di riflessione in cui si mette al centro il cinema come racconto del mondo", come spiega il direttore Giorgio Ginori - 'Tutti i rumori del mare' è stato girato in italiano, ungherese e inglese ed è prodotto da The Family (fondata dallo stesso Brugia) e Laokoon Filmgroup, neonata ma attivissima casa di produzione ungherese, e distribuito per Maremosso da Luca Lucini, amico di lunga data del regista.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017