Excite

Lui è Tornato, Adolf Hitler rivive in un film tedesco caso cinematografico dell'anno

  • Youtube

Che i tedeschi debbano ancora fare i conti con il Terzo Reich è piuttosto evidente e così dopo il best seller di Timur Vermes del 2012 “Lui è tornato” (Er ist wieder da) è sbarcato nelle sale cinematografiche per la regia di David Wnendt confermandosi caso cinematografico della stagione.

Fuck you prof!, il film campione d'incassi in Germania

Dopo l’esperimento de “L’Onda” (Die Welle) del 2008 diretto da Dennis Gansel, tratto dall'omonimo romanzo di Todd Strasser che riportava in auge attraverso un esperimento sociale le dinamiche del regime nazista, Er ist wieder da - Lui è tornato fa resuscitare proprio il Führer in persona, per una pellicola grottesca ma assolutamente realistica che intende esaminare il fenomeno mediatico del personaggio inserito nel contesto odierno.

Adolf Hitler in carne ed ossa si risveglia a Marzhan nella zona est di Berlino ai nostri giorni senza sapere come e quando è iniziato questo suo viaggio nel tempo. Viene riconosciuto solo da un reporter di una trasmissione televisiva che lo filma pensando a una perfetta imitazione dell'originale tanto da diventare un vero e proprio caso mediatico con migliaia di visualizzazioni su YouTube.

(Guarda il trailer di "Er ist wieder da - Lui è tornato")

Invitato dalla trasmissione televisiva il film cambia registro quando Hitler comincia a girare per le strade in una candid camera in cui l’attore (Oliver Masucci) interagisce con persone reali che hanno reazioni piuttosto sconcertanti. "Potenzialmente un terzo dei tedeschi voterebbe un partito di destra in Germania se solo ce ne fosse uno credibile –spiega David Wnendt - Per fortuna l'NDP, il partito nazionalista, non lo è, ma bisogna fare attenzione alla nuova formazione Alternative für Deutschland. Formata solo da professori universitari, dietro il suo antieuropeismo, nasconde anche molti pensieri pregni di intolleranza e razzismo" racconta il regista 38enne della pellicola.

"La mia generazione rischia di dimenticare il passato - sottolinea - Bombardati da un mare di informazioni e nozioni, si fa fatica a sviluppare senso critico e a leggere il presente con coscienza critica". Ancora non programmato per il mercato Italiano, il regista si augura di trovare un distributore molto presto considerato il successo ottenuto in Germania, al fine di portare la pellicola nei nostri cinema.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017