Excite

Luca Bizzarri, gaffe alla Paolo Ruffini su Virna Lisi: "Figa spettacolare", polemiche via Twitter

  • Facebook

Un addio a dir poco anticonformista, probabilmente un po’ fuori luogo, quello riservato dal comico Luca Bizzarri a Virna Lisi, il giorno dopo la scomparsa dell'attrice simbolo della bellezza italiana d’altri tempi, acqua e sapone.

Il cinema italiano perde una delle sue stelle: morta a 78 anni l'attrice Virna Lisi

“Una figa spettacolare ha scritto su Twitter stamattina l’ex conduttore (insieme a Paolo Kessisoglu) delle Iene, per salutare a modo suo la 78enne anconetana protagonista di indimenticabili pagine del cinema nazionale, scatenando un’ondata di polemiche ancora in pieno corso.

Sono in molti, tra gli utenti del social network, a non aver gradito le parole scelte dall’autore del cinguettio in occasione della morte di una donna apprezzata dal pubblico sia per l’aspetto fisico che per la semplicità e la naturalezza dimostrate nel tempo nonostante successo e popolarità.

Diverse le risposte indignate in rete al tweet incriminato, apparso alla maggioranza dei commentatori volgare o inutilmente “irrispettoso” nei confronti di una figura femminile dallo spessore professionale oltre che dalla bellezza fuori dal comune.

(Lutto nel mondo dello spettacolo italiano: addio alla bellissima attrice Virna Lisi)

Prima ancora che arrivasse la valanga di bacchettate via Twitter di followers e utenti del web scesi in campo nelle vesti di “moralizzatori”, Luca Bizzarri aveva completato il suo pensiero soffermandosi sulla grande ammirazione coltivata verso Virna Lisi, sinonimo di “classe e sensualità, sin dai primi passi nel mondo dello spettacolo, “quando la incontrai non più ragazzina in un cinema.

Tanti i messaggi di censura per l’espressione figa spettacolare, un po’ meno i consensi raccolti da un post che secondo i sostenitori dell’irriverente comico ligure ha avuto il pregio di uscire fuori dal coro dei rituali “coccodrilli” carichi di retorica o peggio di ipocrisia.

Comunque la si pensi in merito al tatto da mantenere di fronte a determinati eventi della vita, la libertà di esprimere un ultimo saluto ad una persona stimata, senza ovviamente offenderne la dignità, dovrebbe essere riconosciuta a tutti. Anche o forse in primo luogo ai comici.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022