Excite

Lorella De Luca: morta l'attrice di "Poveri ma belli"

  • Youtube

di Marta Gasparroni

Lorella De Luca, nata a Firenze nel 1940, è scomparsa ieri sera a Roma, a seguito di una lunga e dolorosa malattia che ha finito per ucciderla.

Tipico volto del cinema italiano che va dagli anni 50 agli anni 70, Lorella De Luca è stata un'attrice amata e apprezzata da pubblico e critica.

Debuttò sugli schermi nella pellicola felliniana "Il bidone" del 1955, ma fu l'anno successivo, con Poveri ma belli di Dino Risi che la ragazza acqua e sapone raggiunse la maturità artistica e la notorietà.

Ormai lanciata verso una carriera di successo, il piccolo astro divenne presto uno dei volti più popolari dello spettacolo italiano dell'epoca.

La De Luca recitò poi nei successivi episodi della serie, "Belle ma povere" e "Poveri milionari", sempre diretti da Dino Risi, trilogia che dipingeva uno spaccato dell'Italia del Dopoguerra, afflitta dalla miseria, ma determinata a risollevarsi dalle difficoltà grazie alle buone intenzioni e agli sforzi di ragazzi belli e tenaci.

L'attrice prese quindi parte a numerose pellicole dirette dai principali registi italiani, tra cui Mario Monicelli, Carlo Ludovico Bragaglia e Mario Camerini.

Insieme alla collega di "Poveri ma belli", Alessandra Panaro, Lorella De Luca viene selezionata, nel 1958, per partecipare come valletta e "cognatina" ne Il Musichiere, quiz televisivo popolarissimo condotto da Mario Riva.

Dopo essere stata interprete di ulteriori pellicole, divenendo la stella di generi cinematografici che andavano dal peplum alla commedia in costume, Loretta De Luca acquista lo pseudonimo di Holly Hammond per il film "Una pistola per Ringo" diretta da Duccio Tessari.

Quest'anno, il 1965, segnò una svolta nella vita della diva, dando un colpo sia a livello artistico sia privato.

Conosciuto Duccio Tessari, Lorella De Luca recitò in una decina di spaghetti western, tutti diretti dal regista da cui ebbe due figlie, Federica e Fiorenza, che aveva sposato nel 1971.

L'ultima pellicola di Tessari a cui prese parte fu "L’alba dei falsi dei", 1978, prima di allontanarsi dagli schermi per un lungo periodo, fino al 1993, quando ritornò per "Bonus Malus" di Vito Zagarrio con Claudio Bisio, Leonardo Pieraccioni e Massimo Ceccherini.

Nel 1994 la stella italiana si ritirò definitivamente dal mondo di celluloide, anche a causa di una malattia che la condusse prima alla cecità e poi alla morte.

In quello stesso periodo aveva dovuto dire addio anche al marito, morto nel mese di settembre.

Guarda una scena tratta da "Poveri ma belli"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018