Excite

Lino Banfi sogna un ruolo nei film di Quentin Tarantino

I panni di nonno Libero li ha appesi al chiodo e Lino Banfi, con i suoi cinquant'anni di carriera, è pronto per cambiare ruolo e trasformarsi in cattivo. Per questo alla Mostra del cinema di Venezia, in programma dal 1 all'11 settembre, cercherà di parlare con Quentin Tarantino e convincerlo a prenderlo per un ruolo da killer spietato.

Al quotidiano Repubblica.it ha dichiarato: 'La bontà mi ha sopraffatto, sono stanco di essere buono. Basta. A Venezia supplicherò Quentin Tarantino di farmi fare un assassino per poter finalmente sgozzare un po' di persone'.

E ha aggiunto: 'Tarantino ha apprezzato tanto le commedie che ho interpretato con Edwige Fenech, chissà che non mi dia un'opportunità. Sono stanco, cavolo, una vita da buono pesa. Vuoi mettere potersi sfogare?'.

È un Lino Banfi molto amareggiato, che lotta per poter dimostrare di essere un attore a 360 gradi, completo e adatto ad ogni ruolo. Pupi Avati, ad esempio, gli aveva proposto un ruolo drammatico, ma non si presentò per insicurezza, eppure ha altro da recriminare al mondo dello spettacolo:

'Sa cosa mi fa soffrire? Che a noi comici non viene riconosciuto niente in vita, solo quando moriamo. Agli intellettuali dico: se abbiamo qualche merito, ditecelo prima'. Intanto proprio alla Mostra del Cinema di Venezia il cinema comico sarà omaggiato con una retrospettiva curata da Marco Giusti, che renderà omaggio proprio agli attori della commedia italiana, quella snobbata dai grandi eventi.

Ma neanche questo a Banfi può bastare: 'I festeggiati siamo io, De Sica, Abatantuono, Verdone e Villaggio, ognuno ha avuto soddisfazioni e premi, chi il David di Donatello, Diego ha vinto l'Oscar con Salvatores. Io mi porterò un leoncino di peluche in tasca. Ora mi dirà che ho l'affetto del pubblico. È vero, ma un premio fa piacere. Però l'omaggio alla Mostra mi onora'.

 (foto © LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017