Excite

Venezia 2011, Leone d'oro alla carriera per Bellocchio

Il 2011 è l'anno in cui i festival cinematografici omaggiano i registi italiani: se Bernardo Bertolucci riceverà nei prossimi giorni la Palma alla carriera a Cannes, Marco Bellocchio sarà premiato con il Leone d'oro a Venezia.

La notizia ha riempito di gioia il cineasta: 'E’ bello ricevere un premio adesso, in piena attività, in un periodo, anzi, di particolare vivacità'. Poi sul collega Bertolucci aggiunge: 'Mi piace la coincidenza, forse laterale, con il fatto che Bertolucci stia per ricevere a Cannes la Palma alla carriera. Ci siamo sempre mossi su due linee parallele, e a Bernardo mi legano affetto, amicizia e grande stima'.

Per l'occasione, Bellocchio presenterà una versione restaurata del film 'Nel nome del padre' del '71, e ricorda quando il capolavoro 'I pugni in tasca' fu incredibilmente snobbato al Lido senza poter partecipare alla competizione del '65: 'Il direttore era Chiarini, e così il film andò al festival di Locarno. Poi ci fu una specie di recupero, 2 anni dopo presero La Cina è vicina e lo premiarono, forse per ricompensarmi di quel primo no' ricorda Bellocchio.

La versione restaurata di 'Nel nome del padre' non conterrà sequenze tagliate, come accade nella maggior parte delle versioni restaurate: da 105 minuti, ne durerà solo 90. 'In totale controtendenza, ho deciso di alleggerire il film. Mi piace l’idea di ripresentarlo in una forma che abbia più respiro, con immagini alleggerite, senza quella pesantezza ideologica che le soffocava'.

Dopo il successo internazionale del suo 'Vincere' e la recente uscita nelle sale dell'autobiografico 'Sorelle mai', Bellocchio sta fronteggiando difficoltà produttive per realizzare il suo nuovo progetto 'Italia mia': 'Se non riusciamo a fare quel film, ne faremo un altro. Forse, con tutto quello che sta succedendo oggi nel nostro Paese, Italia mia andrebbe ancor di più metaforizzato, trasfigurato'.

 (foto©La Presse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018