Excite

Laura Antonelli, promesso un intervento dello Stato ma lei risponde: 'La vita terrena non mi interessa più'

Dopo la lettera aperta scritta dall'attore Lino Banfi in favore della collega Laura Antonelli, il ministro dei Beni Culturali Sandro Bondi ha promesso un intervento da parte dello Stato. Ma la Antonelli, attraverso il suo legale Lorenzo Contrada, ha così risposto: 'Ringrazio Lino Banfi e tutti coloro che si stanno preoccupando di me. Mi farebbe piacere vivere in modo più sereno e dignitoso anche se a me la vita terrena non interessa più. Vorrei essere dimenticata'.

L'avvocato ha poi però aggiunto: 'Non posso che essere soddisfatto se Laura riesce ad avere un aiuto che le consenta di vivere meglio. Fa piacere che ci siano delle persone che si occupino di lei, perché è sola'.

Dopo l'appello lanciato da Banfi il ministro Bondi ha affermato di essere pronto a far partire al più presto il riconoscimento della legge Bacchelli per la Antonelli. La legge Bacchelli prevede l'assegnazione di un assegno straordinario vitalizio a quei cittadini che si sono distinti nel mondo della cultura, dell'arte, dello spettacolo e dello sport, ma che versano in situazioni di indigenza.

La Antonelli vive oggi a Ladispoli, come da lei stessa affermato, non guarda più la televisione e ascolta solo Radio Maria. A Banfi, incontrato dopo venti anni, ha detto: 'Sono morta da anni'.

 (foto © LaPresse)

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017