Excite

La maledizione di Steve Jobs: il film sulla sua vita non trova un protagonista, perché gli attori rinunciano al ruolo?

  • © Getty Images

Nessuno vuole essere Steve Jobs. Sembra che sul fondatore di Apple, scomparso nel 2011, si sia scagliata una vera e propria maledizione che impedisce di trovare un attore che interpreti il suo ruolo nel film del grande Danny Boyle.

Leonardo DiCaprio: i 10 film in cui è più sexy

Non esiste infatti al momento un nome certo su chi vestirà i panni di Jobs sul grande schermo, anche se le ultime voci di oggi parlano di Michael Fassbender. Anche questo nome, rivelato dall'Hollywood Reporter, potrebbe rivelarsi l'ennesimo buco nell'acqua e la produzione rischia di trovarsi per l'ennesima volta con le gambe per aria, a cercare l'interprete perfetto.

Il primo nome che venne fatto per Jobs fu quello in cui speravano tutti: si parlava infatti di Leonardo DiCaprio, uno degli attori più gettonati di Hollywood, che venivano dato come protagonista quasi certo della pellicola diretta dal regista di Trainspotting, che secondo la sceneggiatura di Aaron Sorkin sarà divisa in tre “atti” corrispondenti ai tre grandi lanci di Apple. A settembre però, come un fulmine a ciel sereno, Leo ha rinunciato al ruolo, preferendo il ruolo in The Revenant e preparandosi a smettere di recitare per un po', con conseguente disperazione delle sue fan.

Una volta resa nota la rinuncia di DiCaprio, Christian Bale era diventato il nuovo nome quasi ufficiale destinato ad interpretare Steve Jobs. Stavamo già fantasticando sull'eterno Batman nei panni di uno dei più grandi geni dell'informatica, quando lo stesso Bale ha comunicato, solo ieri, di aver rinunciato al ruolo. Il motivo? Non si sentirebbe abbastanza in linea con il personaggio di Steve Jobs e per questo non si ritiene adatto ad interpretarlo al cinema. Spiegazione che ha lasciato a bocca asciutta in molti, e che alimenta l'idea che davvero nessuno si sen ta pronto o addirittura all'altezza di raccontare Jobs sul grande schermo. Ora è venuto fuori il nome di Fassbender, ma non esiste nessuna certezza sull'intenzione dell'attore di accettare l'offerta.

A spaventare gli attori, forse, il flop al box office del film Jobs uscito nel 2013, con protagonista Ashton Kutcher: la pellicola, nonostante le aspettative, fu una vera delusione sia per la critica che per i risultati al botteghino. Il rischio, quindi, è di alimentare ancora una volta grandi speranza e deluderle. Che Steve, da scomparso, sia destinato a non portare più innovazione ma solo sfortuna?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018