Excite

La malavita a Taranto in "MarPiccolo"

Lo hanno definito il "Gomorra di Taranto": la pellicola "MarPiccolo", diretta da Alessandro di Robilant e presentata in anteprima al Festival di Roma, arriva oggi nelle sale. Del cast fanno parte Giulio Beranek, Anna Ferruzzo, Selenia Orzella, Michele Riondino e Roberto Bovenga.

La pellicola racconta la storia del giovane Tiziano, che vive nel degradato quartiere Paolo VI a Taranto, dove regna l'illegalità e la violenza. Il protagonista, abbandonato dal padre, vive con la madre e la sorella minore, e a 16 anni è già un capofamiglia. Per migliorare la propria condizione di vita, Tiziano lavora per il boss Tonio e quando cercherà di imbrogliarlo, sarà incaricato di compiere un omicidio che gli costerà il carcera minorile.

"La pellicola racconta di gente che cerca di conservare la dignità quando tutto gli è contro quando farlo è un'impresa" ha dichiarato il regista. "Mi commuove chi cerca di stare con la schiena dritta" aggiunge. Di Robilant parla anche della scelta di attori non professionisti: "Fin dall'inizio avevo deciso che quei personaggi dovevano essere affidati a non professionisti, li abbiamo presi tra le persone che abitano davvero quel quartiere".

"La cosa divertente - aggiunge - è che ogni preside ci mandava i più meritevoli dell’istituto, proprio quelli che non cercavamo. Però poi una preside ci ha mandato Giulio, il protagonista, che non voleva per nulla fare il provino".

Fra i pochi professionisti c'è Michele Rondino, conosciuto in "Il passato è una terra straniera" e "Fortapàsc": "Sono cresciuto nello stesso quartiere ma a 18 anni sono andato via da Taranto" racconta l'attore. "Il mio personaggio viene da una realtà disagiata, che non ti dà scampo. Ma lui non lascerebbe la città e neanche il quartiere, perchè è il suo impero".

Foto da cinematografo.it

Guarda il trailer di "MarPiccolo"

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017