Excite

"La grande bellezza": Roberto Benigni rifiutò il ruolo del protagonista Jep Gambardella, la smentita di Paolo Sorrentino

  • Facebook Ufficiale

Update: Dopo la circolazione della notizia che ha acceso il web e la stampa sul ruolo del protagonista Jep Gambardella proposto a Roberto Benigni, lo sceneggiatore Umberto Contarello e il regista hanno presto smentito. I due hanno dichiarato a Sky tg24 che il ruolo principale è stato costruito solo sulla figura di Toni Servillo e che la news è stata costruita su un disdicevole equivoco. A Roberto Benigni si era invece pensato per un altro progetto. Contarello precisa: Il tutto naturalmente non è grave, ma per me che lavoro con le parole queste sono importanti: Jep è Toni Servillo e Toni Servillo è Jep.

--------------------------

Continuano le indiscrezioni sulla pellicola premiata agli Oscar 2014 come miglior film straniero, La grande bellezza di Paolo Sorrentino.

Proprio ieri, durante una lezione tenuta la liceo classico Tito Livio di Padova, Umberto Contarello, sceneggiatore dell'ultimo film del regista partenopeo, ha rivelato che, dapprima, la parte di Jep Gambardella interpretata da Toni Servillo era stata proposta a Roberto Benigni.

Guarda il video della vittoria di "La grande bellezza" agli Oscar 2014

Umberto Contarello ha visitato il liceo della sua città natale, dove un tempo si era diplomato e ha ottenuto l'applauso di una folla di ragazzi dopo il simpatico intervento in aula: Vi svelo un piccolo segreto: Quando io e Paolo Sorrentino abbiamo finito di scrivere la sceneggiatura di La grande Bellezza, il copione è stato presentato a Roberto Benigni; era lui che doveva fare il ruolo che poi è stato di Tony Servillo. Ma Benigni ha rifiutato: diceva che la storia non stava in piedi.

Dopo aver salutato i ragazzi, lo sceneggiatore ha raggiunto il sindaco Ivo Rossi che lo ha premiato con la medaglia di bronzo della città di Padova, rendendolo il secondo cittadino padovano ad aver scritto la sceneggiatura di un film Premio Oscar dopo Enzo Monteleone, collaboratore di Gabriele Salvatores e penna dietro "Mediterraneo", premiato con la celebre stautetta d'oro degli Academy Awards nel 1992.

Tra i tanti lavori di Umberto Contarello, si annoverano anche "Marrakesh Express", sempre di Gabriele Salvatores e primo script importante, a cui lavorò proprio insieme a Monteleone e Carlo Mazzacurati, "Ovunque sei" di Michele Placido, "La passione", ancora di Carlo Mazzacurati, e This must be the place di Paolo Sorrentino.

Guarda il video della vittoria di "La grande bellezza" ai Golden Globe 2014

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019