Excite

"La grande bellezza", dopo l'Oscar 2014 torna al cinema in 100 sale italiane

  • youtube

La grande bellezza continua a mietere successi. Andato in onda il 4 marzo in prima visione televisiva, il film di Paolo Sorrentino ha ottenuto uno share altissimo, con un totale di spettatori che ha sfiorato i 9 milioni. La grande bellezza si aggiudica così l'onore di film più visto negli ultimi 10 anni. Il film ha debuttato sugli schermi cinematografici a maggio 2013 e ha fatto il giro del mondo su ogni veicolo comunicativo, dal web, al passaparola, agli schermi, grandi e piccoli.

Guarda il video della vittoria di "La grande bellezza" agli Oscar 2014

Premiato alla notte degli Oscar 2014 come Miglior film straniero, l'ultimo lavoro del regista partenopeo ha contribuito al rilancio del cinema italiano, da tempo navigante in acque stagne, con un rialzo di prestigio e visibilità di cui l'Italia non godeva da molto. Nonostante sia stato anche uno dei film più discussi e contestati degli ultimi tempi, resta comunque un prodotto degno di merito per aver saputo porsi come rappresentante di un certo status dell'uomo in generale e di quello italiano in particolare, raggiungendo quindi l'appellativo di un film universale.

Dopo aver fatto incetta di riconoscimenti, tra cui si annoverano anche il trionfo ai Golden Globe e ai Bafta, "La grande bellezza" tornerà nelle sale cinematografiche italiane in 100 copie a partire da oggi. Nonostante la recente discussione aperta dall'Anec, l'associazione nazionale esercenti cinema, insieme agli esercenti dell’Anem, della Fice e dell’Acec, il film pare non aver risentito dello sfruttamento in chiaro e su canali gratuiti per lo streaming, a soli 9 mesi dalla prima uscita in sala.

La protesta, infatti, era volta a contestare la decisione del Gruppo Fininvest di trasmettere la pellicola di Sorrentino su piattaforme gratuite che avrebbero penalizzato la visione dell'opera su altri mezzi audiovisivi, in particolare nelle sale cinematografiche. Il risultato di questa manovra sarà decretato dagli incassi al botteghino e dagli spettatori paganti che continueranno ad accorrere al cinema, soprattutto dopo la vittoria alla cerimonia più in vista del mondo dello spettacolo che, si sa, non potrebbe passare inosservata.

L'interpretazione di Toni Servillo, calato nel ruolo dello scrittore Jep Gambardella, riesce a conquistare per l'intensità che comunica: un uomo profondamente solo e demotivato che cerca di porre fine al suo blocco esistenziale muovendosi come sospeso in una realtà sempre più decadente, in lotta nella confusione tra giorno e notte, party esclusivi e raduni intellettuali, nella speranza di sganciarsi da quello stesso modus di vita che continua ad alimentarlo.

Guarda una clip tratta da "La grande bellezza"

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018