Excite

La città ideale: il nuovo film di Luigi Lo Cascio

  • Youtube.com

L'attore siciliano Luigi Lo Cascio arriva alla sua prima prova cinematografica da regista oltre che da attore con una pellicola divisa tra utopia ecologista e thriller. “La città ideale” sarà nelle sale a partire dall’11 aprile.

Il film è stato presentato al Festival di Venezia nella sezione “Settimana della critica”. Il film può essere definito un ‘giallo ecologico’ in cui il protagonista (lo stesso Lo Cascio) è ossessionato da una vita ad impatto zero sull’ambiente circostante. La sua ideologia utopica sarà deviata, purtroppo, da un’accusa infamante che lo distoglierà dai suoi propositi.

Il ritmo del film è in bilico costante tra il dramma e il paradosso che fa sfociare la risata. La regia rispecchia lo stile di Lo Cascio: impegnata ma senza prendersi troppo sul serio, sottile pur senza strabilianti trovate e mai banale.

La trama. Michele Grassadonia, architetto siculo che ha scelto Siena come luogo perfetto dove abitare senza inquinare e per svolgere il suo drastico esperimento di vita: vivere un anno senza energia elettrica ed acqua corrente. Con scrupolosità maniacale raccoglie l'acqua piovana che usa poi per fare la doccia, di notte sfrutta i riflessi lunari per illuminare flebilmente la casa, con la pedalata di una bici domestica carica il rasoio elettrico per farsi la barba, da tempo si tiene rigorosamente alla larga da ogni automobile. Sarà proprio l'unica volta in cui, per fare un favore a un superiore, accetterà di guidare l'auto elettrica di un amico, che accadrà l'imprevisto. Un incidente, forse. Il soccorso a un corpo investito, forse. Nell'impotenza che ha a volte la verità, si ritroverà in un incubo sempre più denso e inquietante, travolto da accuse, magistrati, avvocati.

Il percorso artistico di Luigi Lo Cascio inizia come attore teatrale. Il successo sul grande schermo risale al suo film d’esordio “I cento passi”, girato dal regista Marco Tullio Giordana, nel quale Lo Cascio recita nel ruolo del protagonista, Peppino Impastato, che venne ucciso dai clan mafiosi. Le migliori interpretazioni come attore di Luigi Lo Cascio sono in “Luce dei miei occhi”, nel quale l’attore ha vinto il Premio Pasinetti e la Coppa Volpi, “La meglio gioventù”, premiata con il Nastro d’Argento, “Buongiorno notte” e “La bestia nel cuore”.

Dopo esser tornato alla carriera teatrale nel 2006 Luigi Lo Cascio vince “Ubu”, il più prestigioso concorso teatrale in Italia, venendo premiato come miglior attore maschile nello spettacolo del regista Luca Ronconi “Il silenzio dei comunisti”. Nel 2012 Luigi Lo Cascio esordisce in qualità di regista col film “La città ideale”, l’unica pellicola italiana entrata nel programma della 69° Mostra del Cinema di Venezia.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017