Excite

La canzone di Berlusconi: Guzzanti querelata

Silvio non si tocca. Questo il motto di Andrea Vantini, al quale non è andato giù che il brano da lui scritto e dedicato al presidente del consiglio Silvio Berlusconi sia stato usato in modo 'improprio', a mò di sfottò per ben tre volte. E per tre volte Vantini ha sporto querela.

La prima della lista è Sabina Guzzanti, che mesi dopo l'uscita del suo docufilm 'Draquila - L'Italia che trema', continua a far parlare di sè: nel suo ultimo e discusso lavoro, l'attrice ha adoperato la canzone 'Meno male che Silvio c'è' in sottofondo mentre l'inquadratura mostra le macerie frutto del terremoto a L'Aquila. 'La querela più bella della mia collezione' si limita a commentare Sabina sul suo blog.

Le altre due parti chiamate in causa sarebbero Erik Gandini, autore della pellicola 'Videocracy', e Mark Franchetti, che ha realizzato 'The Berlusconi Show', trasmesso nel Regno Unito dalla BBC. Al sito di Repubblica Vantini spiega: 'Voglio chiedere i danni morali. Ho informato il premier, che si è detto d'accordo con l'azione legale'.

Sulla Guzzanti in particolare ha aggiunto: 'La Guzzanti non si è neanche degnata di chiedermi il permesso di usare il mio brano. Forse perché sapeva che non glielo avrei mai accordato. Il che, ovviamente, non l'autorizza a servirsene impropriamente'. Per l'uso di quello che è divenuto l'inno del Pdl, nella causa Vantini si chiede anche la distruzione di tutti i master o esemplari dei film in questione.

Foto da YouTube

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017