Excite

John Belushi rivive al cinema nel biopic: Joaquin Phoenix e Emil Hirsh i favoriti ad interpetarlo

  • Getty Images

di Marta Gasparroni

Si fa largo tra smentite e supposizioni la voce di un nuovo biopic sulla vita di John Belushi, considerato uno dei maggiori comici statunitensi dal debutto negli anni ’70 al celebre show NBC, Saturday Night Live.

Dopo diversi documentari dal dubbio successo, Hollywood non si fa attendere troppo e ripensa ad un ulteriore film su quel personaggio ribelle e autodistruttivo che fece rivivere il blues attraverso la comicità.

Tanti, invece, i candidati per il ruolo di protagonista, nel desiderio di ridare vita e corpo a chi intorno a sé ha aperto un vortice di interesse e discussioni.

Da Zach Galifianakis, ex coroner della serie televisiva "Tru Calling", che smentisce le voci sull’eventuale interpretazione di Belushi, si passa ai possibili Jack Nero, Jonah Hill, Seth Rogen, Ethan Suplee e Tyler Labine, cui si deve già un’interpretazione di Belushi nel film tv del 2005 “Behind the Camera: The Unauthorized Story di Mork & Mindy”. Si allarga ora il ventaglio del casting ad altri volti del cinema americano: Emile Hirsh, Adam Devine e Joacquin Phoenix.

Guarda le foto di Joaquin Phoenix al Lido

Il primo con un passato degno di nota per gli intensi ruoli in pellicole di grande successo come in "Into the Wild", "Milk" e "The Motel Life". E se poco si conosce ancora del giovane Devine, ricordato soprattutto per il ruolo ricorrente nella serie televisiva Samantha Chi?, impossibile non ricordare i numerosi personaggi cui ha dato vita Phoenix, ad oggi uno dei maggiori interpreti della scena contemporanea cinematografica.

Così, in una fitta trama degna delle voci circolate intorno alla star, il mondo del cinema ritenta la risalita con un lungometraggio che ne restituisca la complessità. Qualche tempo fa, il progetto era stato affidato al regista Todd Phillips, lo stesso dietro alla macchina da presa nella trilogia di “devastazione” di "Una notte da leoni".

Abbandonata la nave, Phillips viene sostituito da Steve Conrad, penna di lavori fortunati come "The Weather Man" e "The Promotion", qui nella duplice veste di regista e sceneggiatore.

Per il ruolo dell’amico e collega Dan Aykroyd, per l’occasione anche principale sponsor e produttore insieme alla vedova Belushi, si sta valutando la figura di Nelson Franklin, un volto ancora poco conosciuto nell’Olimpo hollywoodiano. Figura emblematica e anticonformista, ma anche appassionata e travolgente, John Belushi aveva chiuso gli occhi sul mondo con un viaggio di sola andata dal letto dell’Hotel Marmont di Los Angeles nel lontano 1982.

Stroncato dalla popolarità e dall’abuso di droghe, questo idolo degli anni ’70 aveva suscitato reazioni contrastanti nel più vasto campo della cultura e dell’immaginazione popolare. Speriamo che Hollywood riesca finalmente a omaggiare Belushi attraverso un’opera degna di una vita vissuta come in un bestseller, per i tanti fan che lo portano ancora nel cuore a trentuno anni dalla morte e per tutti quelli che ne hanno condiviso il tormentato fuoco vitale, tra quattro mura domestiche e sul palcoscenico.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017