Excite

James Cameron rivoluziona il cinema con "Avatar"

E' stato definito "il film che cambierà il cinema dopo l'avvento del sonoro e del colore": "Avatar" è il nuovo progetto in 3D di James Cameron, che torna dietro la macchina da presa dopo 12 anni dal colossal "Titanic" con una pellicola d'avanguardia, costata oltre 200 milioni di dollari.

Cameron ha presentato un'anteprima della pellicola alla Casa del Cinema a Roma: il film, da quanto riporta l'Agi, è ambientato nel futuro e la storia ruota attorno a un ex-Marine paraplegico trasformato con un complesso procedimento tecnologico in un "avatar". Il protagonista sarà inviato contro la sua volontà a colonizzare Pandora, un pianeta simile alla Terra, abitato da alieni blu alti tre metri. I personaggi del film avranno i volti di Sam Worthington ("Terminator salvation"), Zoe Saldana ("Star Trek") e Michelle Rodriguez.

Per realizzare "Avatar" il regista di "Terminator" ha adoperato 197 cineprese contemporaneamente ed ha utilizzato la nuovissima tecnica cosiddetta "e-motion capturing": non vengono più applicati i sensori sul corpo degli attori per registare al computer movimenti e smorfie, ma telecamere fisse che registrano i minimi movimenti reali e li codificano poi al computer regalando un effetto del tutto realistico .

Il presidente e amministratore delegato di Twentieth Century Fox Italia Osvaldo De Santis ha raccontato: "Cameron ha scritto la sceneggiatura 14 anni fa ma allora non riteneva che ci fossero le condizioni per fare un film che richiedeva tecnologie avanzatissime. Due anni fa ha ripreso in mano il progetto - ha concluso De Santis - e ha iniziato a lavorare al film".

Due pesi massimi del cinema americano quale Steven Spielberg e Ridley Scott hanno parlato in termini entusiastici del lavoro di Cameron: il primo lo ha definito "il più grande film in 3D di tutti i tempi", mentre Scott lo ha semplicemente definito "fenomenale".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017