Excite

Jackie Chan entra nel guinness dei primati per il film "Chinese Zodiac", l'ultimo della carriera

  • Foto Getty Images

di Martina Pugno

Se qualcuno sa come chiudere in bellezza, quello è Jackie Chan: l'attore ha dichiarato recentemente di essere al lavoro su quello che sarà il suo ultimo film, per sopraggiunti limiti di età. Certo, 60 anni potrebbero non sembrare molti per un attore, ma per uno abituato a realizzare le più spericolate acrobazie senza controfigure, forse in effetti lo sono.

Proprio questa peculiarità sono valse a Jackie Chan, al lavoro sul suo ultimo film Chinese Zodiac, ben due riconoscimenti nei Guinness dei primati: il primo è il maggior numero di stunt eseguiti sena controfigura, per una pellicola nella quale l'attore ha evidentemente deciso di dare il meglio di sé e di dare un addio indimenticabile al cinema.

Secondo record, per l'uomo che non delega le difficoltà a nessuno sul set, è per il maggior numero di comparizioni nei titoli di coda: nessun film più essere definito più “suo” di questo, nel quale ha svolto i ruoli di regista, attore, co-produttore, co-sceneggiatore, scenografo, co-autore delle musiche, vocalist di un brano musicale, stunt coordinator, elettricista, assistente di scena, assistente di produzione e perfino catering coordinator.

Tra scene di lotta, fughe e mirabolanti inseguimenti, tra i quali perfino una folle discesa con una skate suit addosso, in Chinese Zodiac Jackie Chan interpreta per la terza volta il personaggio Asian Hawk, un mercenario alla ricerca delle dodici teste di bronzo che raffigurano i diversi animali dello zodiaco cinese. Jacki Chan riporta quindi sullo schermo un personaggio già presentato in due pellicole, che però sono inedite per la cinematografia italiana: Armour of God, del 1986, e il sequel uscito nel 1990 Armour of God II.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017