Excite

"Invictus": parla Clint Eastwood

Con il film precedente, 'Gran Torino', ha conquistato la critica americana: ad oggi l'intramontabile Clint Eastwood torna nelle sale con 'Invictus', distribuito in Italia il 26 febbraio dalla Warner. Il regista ha collaborato nuovamente con Morgan Freeman, che grazie al suo 'Million Dollar baby' aveva vinto l'Oscar nel 2004.

L'attore di colore più celebre di Hollywood stavolta interpreta Nelson Mandela: il film ha inizio con l'elezione del carismatico leader a presidente del Sudafrica, dopo aver trascorso anni in prigione a causa delle leggi razziali. Il paese nel '95 viene scelto per ospitare i mondiali di Rugby, al quale parteciperà gli Springboks, la nazionale sudafricana bandita negli anni '80 a causa dell'apartheid.La squadra diviene simbolo della pace tra bianchi e neri, sostenuta da Mandela in prima persona e guidata dal capitano Francois Pienaar, interpretato da Matt Damon.

Eastwood ha raccontato a La Stampa che la sceneggiatura del film gli è stata segnalata da Freeman: 'Era scritta molto bene e la storia ha colpito subito la mia immaginazione, ho pensato che era perfetta per lo schermo. Mi piaceva l’idea che Mandela avesse pensato di unire un Paese sull’orlo della guerra civile, così diviso e così pieno di problemi, attraverso il rugby. Era un modo creativo per mettere insieme persone che stavano su posizioni opposte, una strategia su cui molti politici dovrebbero riflettere'.

L'ex cowboy di 'Per un pugno di dollari' ha poi speso belle parole su Freeman che ha ottenuto, rispetto al film, l'unica candidatura agli Oscar di quest'anno: 'Morgan è grande, non avrei potuto immaginare nessun altro nel ruolo di Mandela. Hanno la stessa autorevolezza e lo stesso carisma. Morgan ha anche una voce simile e ha lavorato molto per cogliere le inflessioni di Mandela, credo ci sia riuscito molto bene'.

Eastwood, sottolinea, racconta una storia di eroi che possano regalare un messaggio di speranza: 'Non smetto di credere nel sogno americano' aggiunge il regista che, a proposito di leader, non trova analogie tra Mandela e Obama. Ma del presidente Usa dice: 'Obama ha appena iniziato il suo cammino, e ora la sua strada sembra un po’ complicata. Deve imparare molto, giorno dopo giorno'.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017