Excite

Inarritu e Kitano a Cannes. Forfait di Godard

La settimana al Festival di Cannes ha inizio con due film molto attesi, 'Biutiful' e 'Outrage', rispettivamente di Alejandro Gonzalez Inarritu e Takeshi Kitano.

Speciale Cannes 2010

Inarritu torna dopo il successo del 2006 'Babel' dirigendo il premio Oscar Javier Bardem in una storia ambientata nella Barcellona di oggi: il protagonista è un uomo invischiato in loschi affari che finirà per imbattersi in un suo vecchio amico, divenuto poliziotto. Al suo fianco in croisette l'affascinante Bardem, che ha spiegato: 'Il mio è un personaggio maledetto che non vorrebbe perdere l'amore e il ricordo, ma che le circostanze della vita portano da un'altra parte'.

La tematica della criminalità è trattata anche nella pellicola del maestro Kitano, regista, attore e sceneggiatore: al piccolo boss di una gang di Tokyoviene affidato un lavoro sporco da esponenti della mafia giapponese. Il film è stato criticato per la violenza troppo esplicita, malgrado il regista l'abbia stemperata con l'ironia: 'Amo filmare la violenza in modo che lo spettatore senta realmente su se stesso il dolore. Non ho mai filmato e mai filmerei la violenza come se fosse un volgare videogioco' ha dichiarato in conferenza.

I riflettori erano puntati anche sul maestro Jean-Luc Godard, tornato dietro la macchina da presa alla veneranda età di 80 anni per realizzare 'Film Socialisme', ma il co-fondatore della Nuouvelle Vague non si è presentato, scatendando la delusione dei presenti. Nessuna spiegazione ufficiale, solo un messaggio criptico inviato al direttore del Festival Thierry Fre'maux in cui si intendeva che non sarebbe intervenuto.

La pellicola di Godard, presentata nella sezione Un Certain Regard, si svolge su una nave da crociera dove una serie di personaggi danno vita a dialoghi in lingue diverse, incentrati su disparati argomenti.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017