Excite

In sala "Un altro mondo", parla Silvio Muccino

 di Marta Marrucco

''Un altro mondo' è un film davvero natalizio perché scalda il cuore. E’ la storia di un cambiamento, di una crescita'. A parlare così è stato Silvio Muccino, alla presentazione napoletana della sua seconda prova da regista.

Guarda il photocall del cast di 'Un altro mondo' a Roma

Dopo 'Parlami d'amore', Muccino jr. torna con la storia di Andrea, ricco e superficiale, che si troverà suo malgrado dopo la morte del padre ad occuparsi del fratellino di otto nato a Nairobi dall'amore tra il genitore e una donna del posto. Inizialmente titubante, il protagonista si lascerà pian piano conquistare dal piccolo, che sconvolgerà la sua esistenza e quella della sua compagna Livia, interpretata da Isabella Ragonese.

'I protagonisti sono due trentenni rimasti in realtà bambini' ha spiegato Muccino. 'Per un motivo o per un altro, è stata strappata loro l’infanzia, e dentro ne portano ancora i segni. Sono incapaci perfino di prendersi cura di sé stessi, ma dinanzi al piccolo Charlie saranno costretti ad intraprendere un nuovo cammino'.

Charlie, fondamentale per la riuscita del film, ha il volto dell’americano Michael Rainey Jr., scelto da Silvio dopo averlo visto nel videoclip di Tiziano Ferro 'Il mio regalo più grande': 'E'un Robert De Niro in miniatura' ha dichiarato il regista, che ha scritto la sceneggiatura a quattro mani con Carla Vangelista, autrice del libro da cui è tratto il film.

Muccino ha impiegato tre anni per la realizzazione del film, che lo ha segnato: 'Non solo per l’impatto con la realtà africana, ma anche per aver conosciuto il dottor Molino, che vive lì da 25 anni e sta cercando di costruirvi un ospedale. Così - ha concluso - abbiamo organizzato una serie di attività filantropiche a favore della causa'.

Foto da YouTube

Guarda il trailer di 'Un altro mondo'

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017