Excite

Il week end al Festival di Venezia

Prosegue la 66esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia: tra red carpet, conferenze e super star, protagonisti assoluti sono i film, tra cui quelli presentati lo scorso fine settimana. Primo fra tutti, "Io sono l'amore" di Luca Guadagnino, nella sezione Orizzonti.

La storia è quella di una ricca famiglia di industriali milanesi, che dietro l'apparente perfezione va incontro al disfacimento, tra il rispetto di rigide regole e il rifiuto di mostrarsi come esseri umani. Protagonista è l'attrice americana Tilda Swinton, madre di famiglia che tornerà a vivere innamorandosi di un altro uomo. Al suo fianco recitano Alba Rohrwacher, Marisa Berenson, Maria Paiato, Pippo Del Bono, Flavio Parenti ed Edoardo Gabriellini.

"Il personaggio principale - ha raccontato la Swinton a Repubblica - è l'ambiente, il milieu della famiglia: la residenza, la scenografia. In cui le persone vivono, sì, ma in modo non umano. Non credo sia possibile vivere autenticamente in questo tipo di realtà sociale. Tutto avviene secondo regole prestabilite".

Sabato scorso è stato anche presentato il documentario di John Turturro e Roman Paska dal titolo "Prove per una tragedia siciliana", un viaggio storico e culturale attraverso la terra d'origine dell'attore americano. Nel film, nelle veci di ciceroni, compaiono anche Andrea Camilleri, Mimmo Cuticchio, Gioacchino Lanza Tommasi, Vincenzo Pirrotta e Donatella Finocchiaro.

Domenica poi è stato l'atteso giorno di Michael Moore, con il suo documentario "Capitalism: a love story". Moore affronta la piaga della crisi economica mondiale, dal crollo di Wall Street fino all'errata gestione dei capitali da parte del sistema bancario. Il provocatorio regista, tra le dichiarazioni, ha detto: "Cercate di risolvere il problema Berlusconi e fatelo in fretta, perché non ci state facendo una bella figura, come italiani".

Da segnalare infine "White Material", film drammatico sulla guerra civile in Camerun con Isabelle Huppert, "Good Morning Aman" di Claudio Noce con Valerio Mastandrea, l'horror francese "La Horde" degli esordienti Yannick Dahan e Benjamin Rocher, e "Dieci Inverni" di Valerio Mieli, con Isabella Ragonese e Michele Riondino.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017