Excite

Il risveglio della MGM, tra hobbit e 007

Il leone è pronto a ruggire di nuovo? Sembra in via di risveglio l'attività della MGM: la storica casa di produzione potrebbe riprendere l'attività interrotta a causa di problemi finanziari. La Spyglass Entertainment è al momento impegnata nel salvataggio dei alcuni progetti attesi ma fermi da mesi.

In particolare 'Lo Hobbit', tratto dall'omonimo libro di Tolkien, e il nuovo capitolo cinematografico dedicato alla spia 007, dal titolo 'Bond 23'. Il primo risulta essere uno dei film più difficilmente realizzabili degli ultimi anni. Ma a risollevare il morale dei fans ci ha pensato Ian McKellen, che - dopo la trilogia 'Il signore degli anelli' -per l'occasione dovrebbe indossare i panni dello stregone Gandalf.

McKellen ha rivelato che le riprese di 'Lo Hobbit' potrebbero partire all'inizio del 2011. Nessun regista però, almeno per ora, in lizza per dirigere l'avventura di Bilbo Baggins, e in molti chiedono a gran voce il ritorno di Peter Jackson, autore della versione cinematografica de 'Il signore degli anelli' che ha preso parte alla stesura del copione.

Invece a spingere per la realizzazione del film su James Bond è il regista Sam Mendes, al quale era stato affidato il progetto prima dello stop. L'ex marito di Kate Winslet ha rifiutato altre offerte di lavoro e accantonato la pellicola in cantiere 'On Chesil Beach', sperando di dare il via alle riprese con il macho Daniel Craig nei panni della spia tra l'estate o l'autunno 2011. Gli appassionati, dunque, attendono fiduciosi il ritorno della Metro Goldwyn Mayer.

cinema.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017