Excite

Il premio fittizio di Michelle Bonev

In Italia la meritocrazia è azzerata a favore delle cosce lunghe: l'ennesimo caso è avvenuto allo scorso Festival di Venezia, quello di Michelle Bonev, svelato da Il Fatto Quotidiano. In occasione della kermesse, l'affascinante regista e attrice ha ricevuto un premio ad hoc.

Guarda alcune immagini di Michelle Bonev

Michelle Bonev (all’anagrafe Dragomira Bonev) aveva presentato il suo film 'Goodbye Mama'. Cara amica del primo ministro bulgaro, ma anche di Silvio Berlusconi, che secondo alcuni avrebbe promesso alla Bonev la vittoria, il Leone d'oro non viene consegnato a Michelle; ma il ministro Sandro Bondi - per non farla a casa a mani vuote - avrebbe creato un riconoscimento apposta per lei.

Nella Sala Pasinetti, racconta Il Fatto Quotidiano, si svolge la cosiddetta 'Operazione Dragomira': alla Bonev viene consegnata la targa che recita 'In occasione del 60° anniversario della Convenzione Europea per la Salvaguardia dei diritti dell’Uomo e delle Libertà Fondamentali, il Ministro per i Beni e le Attività culturali ha conferito il premio speciale Action for women al film di coproduzione italo-bulgara 'Goodbye Mama' di Michelle Bonev'.

Il riconoscimento, che può essere definito fittizio, è stato consegnato in presenza del ministro per le Pari opportunità Mara Carfagna e Giancarlo Galan, ministro per le Politiche agricole. Assente, guarda caso, la stampa, che parla del caso solo oggi, dopo l'articolo di denuncia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017